cerca

Il boss spaccaossa, una fotografia della mafia stracciona di oggi

Stefano Marino dieci anni fa era latitante e oggi truffa le assicurazioni, esempio perfetto della (quasi) sconfitta di Cosa nostra

19 Novembre 2019 alle 19:11

Il boss spaccaossa, una fotografia della mafia stracciona di oggi
Lo avevano arrestato nel 2008. Allora Stefano Marino era un boss in ascesa che osava sfidare lo stato, restando latitante per una manciata di mesi in una bella villa al mare.   Undici anni dopo, nella notte, lo hanno arrestato di nuovo. Ormai si era cucito addosso i gradi di capo in una mafia stracciona. È vero, Marino ha fatto carriera, ma in una Cosa nostra che a Palermo sprofonda ogni giorno di più. È tutto merito di quello stato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Riccardo Lo Verso

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    19 Novembre 2019 - 19:59

    5/9 è una maggioranza, checché pensino della matematica i grillini. Vincenzo De Luca parla di corruzione di massa, e non solo lui. La cronaca offre lo spettacolo quotidiano di malavitosi arrestati con la card in tasca, spacciatori specialmente ma ben assortiti con rapinatori, topi d’appartamento, usurai, ricattatori, abusivi, sommersi. Non un posto di lavoro creato, navigator nullafacenti a parte. M5$ parlateci del reddito di cittadinanza o saremo costretti a pensare a una trattativa 5$-mafia.

    Report

    Rispondi

Servizi