cerca

"È una lotta per la sopravvivenza". I residenti raccontano cos'è che non va davvero a Torre Maura

Viaggio nella periferia est di Roma dopo le proteste per l'arrivo dei 60 rom nel centro di accoglienza di via dei Codirossoni. “Il razzismo non c'entra. Qui c'è solo abbandono”

5 Aprile 2019 alle 14:08

Loading the player...

“È terminato il trasferimento di tutte le persone presenti nella struttura di via dei Codirossoni”, riferisce il Campidoglio. Nei giorni scorsi a Torre Maura, periferia est di Roma, è andata in scena la rivolta degli abitanti del quartiere (con alcuni esponenti delle organizzazioni di estrema destra, Forza Nuova e CasaPound) contro il trasferimento nella zona di una sessantina di rom, prima residenti in un vicino centro di accoglienza (ora chiuso) e poi spostati nell’ex clinica, sotto la gestione di una cooperativa che ha vinto un bando europeo lanciato dal Comune. “Questa non è più Roma. Roma finisce a stazione Tiburtina. Qui non c'è niente: siamo abbandonati”, si lamentano i residenti. “Ma non dite che siamo razzisti: qui è una lotta per la sopravvivenza”.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • leless1960

    05 Aprile 2019 - 17:23

    Vorrei aggiungere una considerazione. Tacciando gli abitanti in rivolta, in questo caso di Torre Maura, di razzismo e liquidando il problema con l'anatema, si fanno più errori nello stesso tempo: si nega il problema; si sminuisce il disagio reale che prova ogni giorno chi vive a contatto con i nomadi e con la loro cosiddetta "cultura"; si getta questa popolazione disorientata e disperata nelle braccia degli sciacalli di professione. Conoscendo le persone delle borgate, speso fraternizzano con i ragazzi di colore, ci lavorano accanto, nn hanno alcun tipo di razzismo nella testa. Ma con i nomadi è diverso e si deve dare una cornice precisa a questa diversità e si deve affrontare e risolvere il problema. Mi pare di oggi la dichiarazione coraggiosa e onesta di Orfini che ha detto che le colpe su questo fenomeno sono ataviche e trasversali.

    Report

    Rispondi

Servizi