Le misure del ministro Philippe contro i gilet gialli

Redazione

Che cosa è successo in Italia e nel mondo in poche righe e senza fronzoli

DALL'ITALIA

     

Non dobbiamo confondere i tifosi con i delinquenti, ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo la riunione dell’Osservatorio nazionale delle manifestazioni sportive: “Dobbiamo sradicare la violenza dagli stadi, ma sono contrario alla sospensione delle partite in caso di cori razzisti”.


Due giornalisti dell’Espresso sono stati aggrediti al cimitero del Verano a Roma durante la commemorazione per la strage di Acca Larentia.


Le regioni che valutano il ricorso alla Consulta contro il decreto sicurezza sono ormai quasi tutte quelle governate dal centrosinistra. Umbria, Toscana ed Emilia Romagna hanno già deliberato il ricorso per presunta incostituzionalità delle norme.


Silvio Brusaferro è il nuovo commissario per l’esercizio delle funzioni del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. Lo rende noto il ministero della Salute.


Borsa di Milano. FtseMib +0,6 per cento. Differenziale Btp-Bund a 268 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,14 sul dollaro.

  

DAL MONDO

   

Il presidente della World Bank lascerà il suo incarico il primo febbraio, tre anni prima della scadenza del suo mandato. “E’ stato un onore servire questa grande istituzione”, ha detto Jim Yong Kim, a capo della banca dal 2012. Kristalina Georgieva, amministratore delegato, sarà presidente ad interim.


Misure di ordine pubblico in Francia. Il premier Edouard Philippe ha annunciato una risposta alle violenze commesse dai gilet gialli: “Faremo come contro gli hooligan negli stadi”.


La Cina ha accusato gli Stati Uniti di provocazione dopo che un cacciatorpediniere americano ha costeggiato le isole contese nel mar Cinese meridionale.


Netanyahu ha diffuso un video sui social in cui ha chiesto di non essere incriminato per corruzione prima del voto anticipato che si terrà in Israele in 9 aprile.


E’ fallito un colpo di stato in Gabon tentato da un gruppo di militari contro il presidente Ali Bongo.