cerca

“I cristiani si dimezzeranno in Germania”. Studio-choc sulle chiese tedesche

L'Università di Friburgo: “12 milioni di cattolici”. E solo nominali

Giulio Meotti

Email:

meotti@ilfoglio.it

5 Maggio 2019 alle 06:00

“I cristiani si dimezzeranno in Germania”. Studio-choc sulle chiese tedesche

a chiesa di San Pietro a Magonza

Roma. Nel 2001 l’allora cardinale Joseph Ratzinger disse a Peter Sewald: “La chiesa si ridurrà numericamente. Quando ho fatto questa affermazione, mi sono piovuti da tutte le parti rimproveri di pessimismo. E oggi tutti i divieti paiono caduti in disuso, tranne quello riguardante ci. che viene chiamato pessimismo e che spesso non è altro che sano realismo. In una città come Magdeburgo la percentuale dei cristiani è solo dell’8 per cento della popolazione complessiva, comprendendo – si badi bene –...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulio Meotti

Giulio Meotti

Lavora al Foglio dal 2003. Si è laureato in Filosofia. Ha scritto per il Wall Street Journal. È autore di quattro libri su Israele, alcuni tradotti in più lingue. È sposato. Ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    05 Maggio 2019 - 21:09

    Non una società senza Dio ma una società dove l’uomo cerca una verità che ha trovato ma stenta a decifrare, e questo gli crea angoscia. Il mondo, l’universo vanno per i fatti loro e l’uomo ne è parte inconsapevole di un divenire. Quando prenderà coscienza piena di questo vivrà dei valori di una continuità solo sua. Di una biologia che ha compreso ma non sa decifrare. Per questo cadono i totem come caddero quelli del passato, e ravvivarli con ritorni o allegorie non fa altro che accelerare verso il futuro. Futuro noto ma ignoto, compreso ma distante come gli spazi siderali e infiniti. Si, infiniti, ed è questo infinito che ci assorbe e ci allontana dalle rivelazioni rivelate. Prenderne atto è doloroso ma non possiamo farci niente. È così. Tutto passa come tutto è passato e dimenticato. Il viaggio continua.

    Report

    Rispondi

Servizi