cerca

L’inganno al Papa

Un secolo dopo il rogo dell’Università di Lovanio, dall’Archivio vaticano emerge la verità. Il giovane Pacelli fu decisivo nel risolvere il mistero

29 Ottobre 2018 alle 12:29

L’inganno al Papa

Papa Pio XII (foto LaPresse)

Il marchio di “Deutsche Freund” lo perseguitò fino all’ultimo respiro. L’aspetto un poco dimesso, miope e mingherlino, silenzioso e intellettuale, non aiutava a corroborare l’idea di un guerriero della fede pronto alla crociata. Benedetto XV lo sapeva e lasciò fare. Non appariva, parlava solo quando necessario. Scriveva, questo sì. E pure tanto. Però quell’essere amico dei tedeschi, dove i tedeschi in questione erano gli invasori del Belgio neutrale durante la Prima guerra mondiale, resterà un marchio indelebile. Ma il Papa...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Matteo Matzuzzi

Matteo Matzuzzi

E' nato a Udine nel 1986. Si è laureato per convinzione in diplomazia e per combinazione si è trovato a fare il giornalista. Ha sperimentato la follia di fare l'arbitro di calcio, prendendosi pioggia e insulti a ogni weekend. Milanista critico e ormai poco sentimentale, ama leggere Roth (Joseph, non Philip) e McCarthy (Cormac). Ha la comune passione per le serie tv americane che valuta con riconosciuto spirito polemico. Al Foglio si occupa di libri, chiesa, religioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi