cerca

Il gridolino scandalizzato per il professor Alberoni

Il sociologo novantenne si è candidato con Fratelli d'Italia. Il risentimento, l’ira e la stizza del sinistresismo parruccone

16 Aprile 2019 alle 06:00

Il gridolino scandalizzato per il professor Alberoni

Il professore Francesco Alberoni (Foto Imagoeconomica)

Un unico fenomeno risulta più patetico del professor Alberoni che si candida alle elezioni con Fratelli d’Italia, ed è l’indignazione, il gridolino scandalizzato, il risentimento, l’ira, la stizza con cui il sinistresismo parruccone ha saputo accogliere la notizia che il professor Alberoni s’era candidato con Fratelli d’Italia: oh mamma mia che scandalo! Oh questa chi l’avrebbe detta! Ma come? Ma proprio lui, proprio il preside di Sociologia di Trento, il più aperto di allora, l’amico e maestro di Curcio e Rostagno! Allora è vero! Allora è vero che l’età, a quell’età, insomma è proprio vero che si diventa scemi a novant’anni! E via col dileggio, con la scomunica al vecchiaccio. Che di questi tempi grami, magari ci sta pure. Dite però: cos’avreste preferito dal canuto Alberoni? Che regalasse un’ultima emozione? Che commuovesse il mondo con sublimi inquietudini? Che pure quello vergasse, a ruota, la sua raccolta di poesie destinate alla gloria?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    17 Aprile 2019 - 10:10

    C’era una volta il popolo e c’erano una volta le cosiddette élite. Ora, ha osservato sul Foglio il grande Belardinelli, pare che le élite tendano a confondersi se non proprio a identificarsi con il popolo. Ma che cos’e’ Il popolo? Secondo l’arguto professor Ricolfi una risposta possibile e’ che il popolo e’ “il soggetto in nome del quale i leader populisti pretendono di parlare”. E le élite, o tali considerate, che cosa sono? Bella domanda, rispondere alla quale mi pare più difficile dopo l’acuta osservazione di Belardinelli.

    Report

    Rispondi

Servizi