cerca

Alla direzione del Pd, Pigi Battista è diventato cieco

Non c’è stato niente, non è successo niente. Il progetto non c’era, la divisione non c’era, l’identità non c’era

5 Maggio 2018 alle 06:07

Alla direzione del Pd, Pigi Battista è diventato cieco

Pigi Battista (foto LaPresse)

Pierluigi Battista, ieri alla Direzione del Pd per il Corriere, ha scritto di non aver visto niente. Non c’è stato niente, non è successo niente. Il progetto non c’era, la divisione non c’era, l’identità non c’era, non c’erano le periferie, non c’era il gioco, nemmeno la consapevolezza su cosa litigare, c’era, aria nuova non ce n’era, solidarietà non ce n’era, non c’era la politica e manco c’era, poi quello non c’era da due giorni prima, il canale di dialogo col Movimento 5 stelle. Ops. Che a ben vedere la notizia è questa: o qualcuno si prende la briga di eliminargli Renzi, ma di brutto, o Pigi Battista, che già si confessa cieco, diventa pure sordo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    05 Maggio 2018 - 11:11

    Mi scusi, ma la Mogherini c’era? Tra ciechi e sordi almeno a far la parte della muta, nel senso delle sue taciute dichiarazioni di Alto commissario degli Esteri della Ue a proposito del recentissimo discorso di Abu Mazen sulla razza ebraica. Oddio, mi sorge un dubbio. A quel posto di vertice della politica estera europea ambiva D’ALEMA, trombato da Renzi con note conseguenze. Se Alto commissario fosse stato lui, intendo D’Alema, sugli insulti agli ebrei avrebbe reagito? Chi lo sa.

    Report

    Rispondi

    • fabriziocelliforli

      07 Maggio 2018 - 11:11

      applausi, Giantrombetta; applausi. Oltre che a Marcenaro, naturalmente; ma oramai per me : quasi dogma di fede..

      Report

      Rispondi

Servizi