La malinconia di Destro e il derby della Lanterna. Il sabato nel pallone

Donadoni per rigenerare il suo attaccante gli affianca Palacio. A Genova invece Juric rischia l'esonero

4 Novembre 2017 alle 06:00

BOLOGNA-CROTONE

(ore 18, arbitro Pasqua di Tivoli)

 

Fino a tre anni fa Mattia Destro era uno degli attaccanti più convincenti della serie A. Pagato una quindicina di milioni dalla Roma, segnava con buona costanza, con gol quasi mai banali. Poi il buio, tra problemi fisici e tendenza alla malinconia. A Bologna hanno investito su di lui nel 2015 e ancora non riescono a capirlo. Ultimo gol, il 14 maggio. Torna disponibile Palacio, Donadoni potrebbe metterlo alle spalle di Destro, come tutor e come stimolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi