Cari napoletani, a Higuain è andata di lusso

Quattro turni per quel che ha fatto sono il minimo sindacale. Ha messo le mani addosso all’arbitro, ha fatto una sceneggiata che neanche le donne pagate nei funerali d’una volta nel meridione italico. Dovevano dargli cinque o sei turni, invece la torcida partenopea grida allo scandalo.

4 Aprile 2016 alle 15:09

Cari napoletani, a Higuain è andata di lusso

A Higuain è andata di lusso: quattro turni per quel che ha fatto sono il minimo sindacale. Ha messo le mani addosso all’arbitro, ha fatto una sceneggiata che neanche le donne pagate nei funerali d’una volta nel meridione italico. Dovevano dargli cinque o sei turni, invece la torcida partenopea grida allo scandalo, come se a Udine il complottone per far perdere lo scudetto al Napoli si sia manifestato in tutta la sua evidenza. Due rigori contro!, hanno urlato. E i rigori c’erano. Un’espulsione contro! Sacrosanta.

 

L’unico errore del bravo fischietto Irrati – uno che decide e non sta a fare prediche in campo come un pastore evangelico della Louisiana – è stata la mancata espulsione di Koulibaly. Per il resto, perfetto. Ma è un’eccezione. Che la classe arbitrale italiana sia comunque in sofferenza lo dimostrano altre partite: prendete Guida in Inter-Torino. Errori da una parte e dall’altra per un arbitro che tre anni fa era stato presentato come il top dei top, il fenomeno del futuro. Tanto per dire del livello qualitativo di cui stiamo parlando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi