Frans Francken, "La morte suona il violino" (Wikipedia) 

preghiera

Pena di morte per Messina Denaro

Camillo Langone

Ci sono le colpe dello stato che avrebbe dovuto arrestarlo prima, e ci mancherebbe. E tanti ardimentosi segnalano le colpe dei compaesani che non avrebbero dovuto tacere, e come no. Ma pochi ricordano le molto più gravi e molto più certe colpe del criminale

San Tommaso d’Aquino, dottore della Chiesa, quaggiù hanno arrestato un grosso mafioso, colpevole di delitti innumerevoli e abominevoli, e tanti fenomeni segnalano le colpe dello Stato che avrebbe dovuto arrestarlo prima, e ci mancherebbe, e tanti ardimentosi segnalano le colpe dei compaesani che non avrebbero dovuto tacere, e come no, ma pochi ricordano le molto più gravi e molto più certe colpe di costui, di quest’uomo senza onore, di questo vigliacco che è arrivato a strangolare una donna incinta (Antonella Bonomo, 23 anni, di Castellammare del Golfo, Trapani). San Tommaso d’Aquino, dottore della Chiesa, tu nella “Summa contra Gentiles” scrivesti che “certi uomini malvagi è giusto che siano eliminati con la morte dalla società umana” e allora esci dalla Chiesa dei Giacobini a Tolosa dove oggi riposi e dillo a tutti: Matteo Messina Denaro è giusto che venga messo a morte.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).