Il senatore Saverio De Bonis (Foto Ansa)

operazione scoiattolo

Quirinale, colpo del Cav. prima del vertice: l'ex grillino De Bonis passa con Forza Italia

Simone Canettieri

Dopo il passaggio del senatore espulso dal M5s e della renziana Silvia Vono i senatori azzurri diventano 52

L'ultimo colpo del Cav. arriva prima dei vertici risolutivi con Forza Italia e i leader del centrodestra: il senatore Saverio De Bonis passa con le truppe azzurre. Che arrivano così a 52 senatori dopo l'ingresso – via Italia viva – di Silvia Vono. De Bonis è un ex grillino, eletto nel collegio uninominale della Basilicata, espulso dal M5s nel 2018 ai tempi del governo gialloverde. L'allora capo politico Luigi Di Maio decise di allontanare lui e Gregorio De Falco per aver votato contro il primo dl sicurezza di Salvini. Un anno fa il senatore fu anche protagonista dell'operazione "responsabili" per tentare la formazione del governo Conte ter con pezzi di ex grillini e pezzi di ex azzurri. Adesso la storia del senatore fa un'altra inversione a U e abbraccia il Cav. dando così l'impressione che "l'operazione scoiattolo" sia ripresa. Ma forse è solo un abbaglio.

 

Di più su questi argomenti:
  • Simone Canettieri
  • Viterbese, 1982. Al Foglio da settembre 2020 come caposervizio. Otto anni al Messaggero (in cronaca e al politico). Prima ancora in Emilia Romagna come corrispondente (fra nascita del M5s e terremoto), a Firenze come redattore del Nuovo Corriere (alle prese tutte le mattine con cronaca nera e giudiziaria). Ha iniziato a Viterbo a 19 anni con il pattinaggio e il calcio minore, poi a 26 anni ha strappato la prima assunzione. Ha scritto per Oggi, Linkiesta, inserti di viaggi e gastronomia. Ha collaborato con RadioRai, ma anche con emittenti televisive e radiofoniche locali che non  pagavano mai. Premio Agnes 2020 per la carta stampata in Italia.