Più vaccini, più libertà

Claudio Cerasa

Il successo della campagna di vaccinazione in Italia. "Entro 3 settimane si arriverà al 90 per cento di copertura: un risultato straordinario. La richiesta dell'obbligo è un modo per scaricare le responsabilità", dice Claudio Cerasa a Omnibus

  

"Al di là dell'idea dell'immunità di gregge, concentriamoci sui risultati della campagna vaccinale", dice il direttore del Foglio Claudio Cerasa, ospite di Omnibus su La7: "A giugno il governo ha detto che entro la fine dell'estate tutti coloro che si volevano vaccinare avrebbero potuto farlo. E questo è successo. Entro 3 settimane si potrà arrivare al 90 per cento di vaccinati, tra le persone vaccinabili. È un risultato straordinario, insieme alla Francia, l'Italia ha la più alta percentuale d'Europa. Più vaccini uguale meno contagi, meno contagi uguale meno varianti e, quindi, più libertà. Non si capisce davvero perché politici e sindacalisti non siano tutti coerenti su questa strategia. La richiesta dell'obbligo è un modo per scaricare le resoponsabilità".

Di più su questi argomenti:
  • Claudio Cerasa Direttore
  • Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.