Foto LaPresse

Si apre la danza per il Colle

Draghi? Per il Quirinale non c'è più il Predestinato

La nascita del governo Draghi riduce le chance per l'ex capo della Bce di succedere a Mattarella. E tutto si riapre. Chi si prepara, chi si lecca i baffi, chi tifa per il bis. Caos e giochi futuri. Guida preventiva

Claudio Cerasa

Se è vero che il candidato numero uno al Quirinale oggi ha meno possibilità di succedere all'attuale Capo dello stato rispetto a qualche mese fa è lecito tornare a chiedersi chi è che potrebbe politicamente beneficiare di questa imprevista circostanza politica.

Di più su questi argomenti:
  • Claudio Cerasa Direttore
  • Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.