Lo scenario

"Te piace o' direttorio?". Natale in casa M5S: Crimi tratta sul futuro di Rousseau

Dibba non si candiderà e forse nemmeno Di Maio. A fari spenti il capo politico prova a limitare il potere dell'azienda informatica senza arrivare a uno strappo clamoroso. E Grillo si scopre sì-vax

Simone Canettieri

Mancano ancora i quesiti da far votare agli iscritti. Al di là della guida collegiale il vero braccio di ferro è sulla piattaforma di Davide Casaleggio

Di più su questi argomenti:
  • Simone Canettieri
  • Viterbese, 1982. Al Foglio da settembre 2020 come caposervizio. Otto anni al Messaggero (in cronaca e al politico). Prima ancora in Emilia Romagna come corrispondente (fra nascita del M5s e terremoto), a Firenze come redattore del Nuovo Corriere (alle prese tutte le mattine con cronaca nera e giudiziaria). Ha iniziato a Viterbo a 19 anni con il pattinaggio e il calcio minore, poi a 26 anni ha strappato la prima assunzione. Ha scritto per Oggi, Linkiesta, inserti di viaggi e gastronomia. Ha collaborato con RadioRai, ma anche con emittenti televisive e radiofoniche locali che non  pagavano mai. Premio Agnes 2020 per la carta stampata in Italia.