cerca

Al Quirinale seduti

Come essere contrari alla passeggiata di Fico per il motivo sbagliato

24 Aprile 2018 alle 20:47

Al Quirinale seduti

Foto LaPresse

Persino Sergio Rizzo, l’inventore e fustigatore della “Casta” che ha fatto diventare la lotta al vitalizio e all’auto blu un fenomeno editoriale prima che diventasse una potenza politica, dalle colonne di Repubblica suggerisce a Roberto Fico: “Presidente, per favore prenda l’auto blu”. Ma persino quando ne dice una giusta sulla esibita passeggiata pauperista del presidente della Camera verso il Quirinale, Rizzo lo fa per il motivo sbagliato. L’errore di Fico non starebbe tanto nell’ormai inutile e ostentata retorica contro i “costi della politica” che non hanno alcun impatto effettivo e neppure simbolico sul bilancio dello stato. E neppure perché la demagogia del politico in bicicletta, in utilitaria, col trolley, in treno (seconda classe però) e autobus sia ormai logora. Ma perché, secondo Rizzo, in quella passeggiata Roberto Fico sarebbe troppo “Casta” e poco “come la gente”.

 

“Caro presidente, riguardi i video e le foto che la ritraggono attorniato da un manipolo di agenti in borghese e protetto da un cordone sanitario di uomini in divisa che tengono lontani curiosi e giornalisti – scrive Rizzo – Quelle scene mandano un segnale opposto: la presunta sobrietà finisce per trasformarsi nella esibizione, fosse pure involontaria, del potere”.

 

Neppure la passeggiata va bene, perché è un’ostentazione di potere e poi costa troppo: prendendo l’auto blu “la Terza carica dello stato può limitare la propria scorta a cinque persone anziché venti”. Ci si rende conto che persino l’idea di Gianfranco Rotondi di presentarsi alle consultazioni in limousine sarebbe minimalista. La vera innovazione contro il pauperismo “anti casta” sarebbe quella di farsi portare al Colle da schiere di decine di persone sulle spalle, seduti su una sedia gestatoria. Come facevano i vecchi inquilini del Quirinale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    25 Aprile 2018 - 16:04

    Il triste è che l’ex cittadino Fico non abbia capito la stupidata dell’uomo che vuole rimanere qualunque quando rappresenta una carica istituzionale. Sarebbe come se un generale stesse nel mezzo delle sue truppe in borghese. Cazzate, cazzate pure. D’altronde le cose vere ma minimali su cui hanno basato la crisi di sistema, ora che sono con una scarpa dentro al potere, si stanno rivelando per quello che sono. Cose si da modificare ma che non spostano di una virgola i problemi veri del paese. Grillo abbiamo paura perché dopo tanto strillare e mandare affanculo ora che ci hai presentaro i tuoi grillini ci rendiamo conto che la muina politica è la stessa al peggio ed invece di dire le cose per quello che sono i tuoi cittadini giocano a scarica barile e fanno finta di allearsi con quelli che avrebbero voluto politicamenti morti o spariti per dire poi, come tutti, che la colpa è loro. Insomma Grillo o torniamo a votare o voi andatevene dove gli altri avreste voluto mandare.

    Report

    Rispondi

Servizi