cerca

A Ostia ballottaggio M5s-centrodestra

Tutto come previsto nel X municipio. Il Pd si ferma al 13, 74%, CasaPound e il suo candidato arrivano al 9%. Ma la vera protagonista è l'astensione: solo il 36% degli aventi diritto ha votato

6 Novembre 2017 alle 10:09

A Ostia ballottaggio M5s-centrodestra

A sinistra la candidata del M5s, Giuliana Di Pillo, a destra quella del centrodestra, Monica Picca

Anche a Ostia, come in Sicilia, il voto di ieri non ha prodotto particolari terremoti politici. Ballottaggio tra centrodestra e M5s doveva essere. E ballottaggio tra centrodestra e M5s sarà. Saranno infatti Giuliana Di Pillo e Monica Picca a sfidarsi, tra due settimane, per decidere chi sarà il presidente del X Municipio attualmente commissariato per mafia.

 

La grillina Di Pillo arriva alla sfida forte del suo 30,21% e del fatto che il M5s è largamente primo partito. Ma la vittoria non è affatto scontata. Nei giorni scorsi Picca, intervistata dal Foglio, aveva aperto alla possibilità di un'intesa con CasaPound in vista del ballottaggio. Il candidato, Luca Marsella, ha ottenuto il 9,08% mentre il movimento di destra è sesto partito con il 7,69%. Numeri importanti anche se, guardando i dati reali, si tratta di circa 5.000 voti su 185.661 aventi diritto. Il grande successo, a ben vedere, sembra quindi legato soprattutto all'astensione, con solo il 36% che si è recato alle urne.

 

L'altro “ago della bilancia” è ovviamente la sinistra. Da un lato ci sono i voti di Franco De Donno, ex parroco sostenuto da Sinistra Italiana che ha ottenuto l'8,64%. Dall'altro quelli di Athos De Luca. Il Pd sapeva che quella di Ostia era una sfida impossibile. Alla fine è comunque il secondo partito con il 13,74%. Un “tesoretto” che fa ovviamente gola alle due candidate che si affronteranno per la vittoria finale.  

 

Fratelli d'Italia. Intanto, su Facebook, esulta Giorgia Meloni che, mentre oltre ad aver lanciato Nello Musumeci in Sicilia, ha scelto Monica Picca a Ostia.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gheron

    06 Novembre 2017 - 19:07

    Sarà QUESTA la notizia ma certo non è QUESTO il problema: il problema è stato, è, sarà la "classe dirigente" dedita sempre e soltanto al proprio porco comodo, alla faccia di chi vota e di chi resta a casa.

    Report

    Rispondi

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    06 Novembre 2017 - 14:02

    Con tutti i problemi che tutti abbiamo, le incertezze, i cambiamenti quotidiani della situazione, se solo 36 su cento hanno votato, sicuramente gli altri 64 su cento ossia la maggioranza assoluta non sono andati a scampagnare in allegra combriccola a cantá e a'bbéve. Dunque: PERCHÉ si sono cosí schifati d'andare a votare? È QUESTA la notizia, e QUESTO è Il Problema.

    Report

    Rispondi

    • angelo54

      06 Novembre 2017 - 16:04

      Per limitarci ancora agli ultimi vent'anni, si ricorda della Roma di Rutelli/Veltroni, di Alemanno/Polverini, di Marino, e ora della Raggi ? Vent'anni di cattivo governo da parte di tutte le forze politiche. E si domanda perché non vanno a votare ? Meglio così, creda, altrimenti non resterebbe loro che provare con CasaPound...

      Report

      Rispondi

Servizi