cerca

La diseducazione della magistratura italiana sul tema del terrorismo islamista

Sulla scia di un tema sollevato dal Foglio due giorni fa, il Corriere della Sera ospita un intervento di Alfredo Mantovano, giudice della Corte d’appello di Roma, ex sottosegretario all’interno, su un problema cruciale che riguarda una battaglia culturale da affrontata nel mondo della magistratura: l’educazione dei magistrati sulle questioni legate al fondamentalismo islamista.

4 Dicembre 2015 alle 13:35

La diseducazione della magistratura italiana sul tema del terrorismo islamista

Sulla scia di un tema sollevato dal Foglio due giorni fa, il Corriere della Sera ospita oggi un intervento di Alfredo Mantovano, giudice della Corte d’appello di Roma, ex sottosegretario all’interno, su un problema cruciale che riguarda una battaglia culturale che dovrebbe essere affrontata con urgenza nel mondo della magistratura: l’educazione dei magistrati sulle questioni legate al fondamentalismo islamista.

 

“Leggendo i provvedimenti giudiziari che in Italia si susseguono da oltre un decennio, quanto è adeguata la consapevolezza culturale in senso lato dei giudicanti? Dei giudicanti più che dei requirenti, per i quali la conoscenza. Non sono in discussione l’autonomia e l’indipendenza della magistratura: guai a invocare la preminenza della sostanza su una forma che è garanzia di correttezza. Ma ricordare solo qualche pronuncia fa cogliere il senso del discorso: 8 gennaio 2004, il gip di Napoli rigetta una richiesta di custodia in carcere di indagati accusati di costituzione di una rete a sostegno del Gruppo salafita per la predicazione e il combattimento, e più in generale del Gruppo islamico armato, non perché manchino gli indi-zi, ma perché Gspc e Gia non sarebbero organizzazioni terroristiche; 24 gennaio 2005, il gip di Milano esclude la qualifica terroristica per Ansar al Islam, che sarebbe «solo» una «organizzazione combattente islamica», e quindi respinge la richiesta di arresto di appartenenti a cellule italiane. Salto ai nostri giorni: lo scorso febbraio il gip di Lecce scarcera perché «profughi» (ma non avevano presentato domanda di asilo) cinque arrestati in possesso di documenti contraffatti e filmati di bombardamenti e di attentati nei cellulari. Il limite non è l’ignoranza delle norme, ma la non corretta conoscenza della realtà del terrorismo islamico”. Sul Foglio di giovedì, il direttore Claudio Cerasa aveva segnalato un problema speculare. “Ma se quella che stiamo combattendo è anche una guerra culturale – e se sulla cultura dei magistrati in materia di terrorismo islamista la storia recente ci insegna che sarebbe bene investire a più non posso – è difficile uscire rincuorati dalla lettura di un documento significativo: il programma 2016 del centro di formazione curato dalla Scuola superiore della magistratura, al cui funzionamento concorrono ministero della Giustizia e Csm. Numero di corsi previsti per il 2016: 93. Numero di corsi dedicati al terrorismo: uno, genericamente indicato con la formula ‘contrasto del terrorismo fra repressione e prevenzione’. Se battaglia culturale deve essere, prima di pensare ai campetti da calcio forse Renzi dovrebbe partire anche da qui”. Il programma della scuola di formazione dei magistrati è ora on line. L’elenco dei corsi dice molto di qual è oggi l’attenzione appunto “culturale” al tema del terrorismo islamista. Giudicate voi.

 

 

Formazione permanente anno 2016

 

·         FORMAZIONE PERMANENTE ANNO 2016

·         P16001 - Giustizia al femminile?

·         P16002 - Il sostegno finanziario alle imprese in crisi

·         P16003 - La medicina legale: istruzioni per l’uso nel processo civile

·         P16004 - Il diritto amministrativo: istruzioni per l’uso nel processo civile

·         P16005 - Questioni in tema di diritto d’asilo

·         P16006 - Il contrasto del terrorismo fra repressione e prevenzione

·         P16007 - La particolare tenuità del fatto: un primo consuntivo applicativo

·         P16008 - Crediti e debiti della Pubblica Amministrazione (profili sostanziali e processuali)

·         P16009 - Giustizia riparativa e alternative al processo e alla pena

·         P16010 - Pratica del processo civile

·         P16011 - L’immagine della giustizia nell’arte, nel cinema, nella letteratura

·         P16012 - Il fenomeno della criminalità organizzata tra storia, economia e sociologia

·         P16013 - Il processo penale telematico

·         P16014 - Storia della giustizia e lavoro giudiziario moderno

·         P16015 - Operazioni su capitale: risanamento, responsabilità, abuso

·         P16016 - Il giudicato: formazione, effetti, limiti, manomissioni

·         P16017 - Il contrasto alla corruzione tra amministrazione e giurisdizione

·         P16018 - L’accelerazione dei tempi del dibattimento penale: organizzazione dell’ufficio, del ruolo, dei c.d. “stagisti” e prassi virtuose

·         P16019 - Il pignoramento presso terzi e l’esecuzione esattoriale

·         P16020 - Caducazione e manutenzione del contratto fra diritto interno e tendenze internazionali

·         P16021 - I reati ambientali

·         P16022 - Il diritto pubblico delle procedure concorsuali

·         P16023 - La psicologia del giudicare

·         P16024 - La tutela civile e penale del “made in Italy”

·         P16025 - I vizi della volontà negoziale

·         P16026 - Il processo penale del giudice di pace

·         P16027 - La giustizia di fronte all’inizio e alla fine della vita

·         P16028 - Brevetti, marchi d’impresa e diritto d’autore

·         P16029 - Contabilità e bilanci: istruzioni per l’uso

·         P16030 - La direzione e il coordinamento nei gruppi di società

·         P16031 - Patrimonio culturale e protezione penale

·         P16032 - L’ordinamento giudiziario

·         P16033 - Pratica del processo esecutivo

·         P16034 - La responsabilità sanitaria

·         P16035 - Il divorzio “breve”

·         P16036 - I reati fallimentari e tributari

·         P16037 - Magistratura onoraria e processo civile

·         P16038 - Libertà e segretezza delle comunicazioni

·         P16039 - Il processo civile telematico (I edizione)

·         P16040 - Le confische: natura, presupposti, applicazioni, rimedi

·         P16041 - Il processo civile telematico nell'interazione fra avvocato, cancelliere e magistrato

·         P16042 - Magistratura onoraria e processo penale

·         P16043 - Il processo civile telematico (II edizione)

·         P16044 - La professionalità dei dirigenti (corso per magistrati con funzioni direttive)

·         P16045 - Dall’art. 18 dello Statuto al contratto a tutele crescenti (I edizione)

·         P16046 - Che c’è di nuovo in tema di diritto di famiglia?

·         P16047 - Il giudizio penale d’appello

·         P16048 - Sanzioni penali e sanzioni amministrative

·         P16049 - Criteri di priorità delle indagini: durata, proroghe, conclusione

·         P16050 - Il linguaggio della giurisdizione

·         P16051 - Giudici e Corte costituzionale: istruzioni per l’uso

·         P16052 - L’assunzione della prova dichiarativa: profili comparati

·         P16053 - Dirigenza giudiziaria e dirigenza amministrativa di fronte alla gestione delle spese di giustizia

·         P16054 - Il diritto sociale europeo

·         P16055 - Lo straniero davanti alla giustizia

·         P16056 - Misure organizzative e prassi virtuose per il funzionamento degli uffici civili

·         P16057 - Informazione e giustizia

·         P16058 - La giustizia penale preventiva

·         P16059 - Il procedimento di sorveglianza

·         P16060 - Prova scientifica e processo penale

·         P16061 - Il diritto inglese (corso in lingua inglese)

·         P16062 - La nuova disciplina delle misure cautelari

·         P16063 - La pena: calcolo, determinazione, giustificazione, prescrizione

·         P16064 - Qualità della giustizia e condizioni di lavoro dei magistrati

·         P16065 - Il diritto spagnolo (corso in lingua spagnola)

·         P16066 - Pratica del processo minorile civile e penale

·         P16067 - Giudici nazionali e Corti europee: istruzioni per l’uso

·         P16068 - Il diritto francese (corso in lingua francese)

·         P16069 - Poteri e compiti del PM in materia civile e fallimentare

·         P16070 - Il diritto della UE e della CEDU (corso in lingua inglese)

·         P16071 - Indagini e giudizio nei reati di criminalità organizzata

·         P16072 - Indagini e dibattimento nei reati in tema di infortuni sul lavoro e malattie professionali

·         P16073 - Risarcimento del danno e tecniche di liquidazione nel giudizio civile e nel giudizio amministrativo

·         P16074 - Il processo civile e le sue alternative

·         P16075 - Investigazioni e prove atipiche

·         P16076 - La violenza contro le donne e i minori

·         P16077 - La nuova disciplina del mercato del lavoro

·         P16078 - La telematica nel processo penale

·         P16079 - La professionalità dei dirigenti (corso per magistrati con funzioni semidirettive)

·         P16080 - Magistratura onoraria e funzioni d’accusa

·         P16081 - Nuovo giudizio di cassazione e giurisdizione di merito

·         P16082 - Il processo civile del giudice di pace

·         P16083 - Dall’art. 18 dello Statuto al contratto a tutele crescenti (II edizione)

·         P16084 - Motivazione dei provvedimenti e comunicazione dei gradi di giudizio

·         P16085 - Tecnica dell’esame e strategie dell’accusa: dalle indagini al dibattimento

·         P16086 - Verità e luoghi comuni sulla giustizia

·         P16087 - Gli atti introduttivi al dibattimento: casi e questioni (e-learning)

·         P16088 - Concorso e cooperazione nel reato

·         P16089 - La nuova legge sulla filiazione nelle prime esperienze applicative

·         P16090 - Giustizia ed economia

·         P16091 - Problemi e criticità nell’accesso alle funzioni lavoristiche (e-learning)

·         P16092 - Problemi e criticità nell’accesso alle funzioni civili (e-learning)

·         P16093 - Ricettazione, riciclaggio e autoriciclaggio

·         T16001 - Il documento informatico e la prova nel processo civile: un codice al passo coi tempi?

·         T16002 - Immigrazione e cittadinanza. Le correnti della storia, i diritti, le esperienze

·         T16003 - Tecniche investigative e di acquisizione scientifica della fonte di prova

·         T16004 - Diritto penale dell’economia e Unione europea

·         T16005 - Religione-Diritto-Satira

·         T16006 - La formazione del passivo nelle misure ablative penali

·         T16007 - Le vicende del concorso c.d. esterno in associazione di tipo mafioso tra legislazione ed interpretazione multilivello

·         T16008 - La protezione dei soggetti deboli. Una rete tra Giudici e Servizi

·         T16009 - Le competenze del Giudice di pace in materia di immigrazione

·         T16010 - Processo esecutivo ed opposizioni alla luce della riforma del d.l. n. 86 del 2015

·         T16011 - La riforma infinita della legge fallimentare

·         T16012 - La responsabilità civile del professionista

·         T16013 - L’informatizzazione del processo penale

·         T16014 - Nuovo regime urbanistico e tutela del territorio

·         T16015 - Il precariato nel pubblico impiego tra legislazione nazionale e regionale

·         T16016 - I giudici e l’ambiente

·         T16017 - Gestione e liquidazione nella crisi d’ impresa

·         T16018 - Il fenomeno corruttivo negli enti locali e negli enti pubblici economici:modelli di prevenzione e strumenti di repressione

·         T16019 - Le misure di prevenzione patrimoniale a cinque anni dall’entrata in vigore del decreto legislativo n. 159/2011 (c.d. Codice antimafia)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi