L’Olanda riconosce la “religione pastafariana”. L’islam se la ride

Quello che preoccupa non è il loro scolapasta, ma l’Olanda. Willem Jacobus Eijk, arcivescovo di Utrecht, ha denunciato che le chiese, quelle vere, nel paese chiudono a un ritmo vertiginoso: “100 all’anno, 1,000 negli ultimi dieci anni”.

20 Febbraio 2016 alle 06:15

L’Olanda riconosce la “religione pastafariana”. L’islam se la ride

Visto che l’Olanda stava per legalizzare il “Partito dei Pedofili” qualche anno fa, c’è poco da ridere alla notizia che nei Paesi Bassi è ufficialmente religione il pastafarianesimo. Hanno persino una loro chiesa a Nijmegen. Sono degli svitati che, per prendere in giro il “disegno intelligente” in voga in America, hanno fondato una religione degli spaghetti.

 

Quello che preoccupa non è il loro scolapasta, ma l’Olanda. Willem Jacobus Eijk, arcivescovo di Utrecht, ha denunciato che le chiese, quelle vere, nel paese chiudono a un ritmo vertiginoso: “100 all’anno, 1,000 negli ultimi dieci anni”. Per chi volesse comprarne una, le chiese olandesi sono in vendita anche su un sito Internet. Oude Kerk, la più celebre chiesa di Amsterdam, risalente al XIII secolo, l’edificio più antico in città, oggi serve per esposizioni e può essere affittata per cene di gala. Davanti si offre “Live Fuck Shows” (sesso dal vivo) e all’Erotic Supermarket si possono comprare i dildos, i peni artificiali. L’islam, intanto, è diventata la prima religione in città e se la ride. Di noi pastafariani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi