Strage di Brescia, oggi l'estradizione di Tramonte

Il 65enne arriverà oggi in volo da Lisbona. A giugno era stato condannato in via definitiva per la strage di piazza della Loggia in cui morirono 8 persone

19 Dicembre 2017 alle 15:55

Strage di Brescia

Foto LaPresse

Maurizio Tramonte sarà estradato oggi in Italia dal Portogallo. Il 65enne fu l'esecutore materiale della strage di piazza della Loggia a Brescia del 28 maggio 1974. L'esplosione di un ordigno nascosto in un cestino, mentre era in corso una manifestazione contro il terrorismo neofascista, causò la morte di 8 persone e il ferimento di altre 102. Nel giugno scorso Tramonte era stato condannato in via definitiva all'ergastolo insieme all'82enne Carlo Maria Maggi, ritenuto il mandante della strage.

 

Dopo 43 anni si chiude il quadro della strage di Brescia

La vicenda aveva trovato già la sua verità storica, condivisa in modo assai largo, sulla matrice politica. Chi sono i due personaggi, molto diversi, condannati ieri 

 

Il giorno prima della sentenza, Tramonte era andato in Portogallo. Pochi giorni dopo era stato arrestato in seguito alle indagini del Ros, e l'Italia ne chiese immediatamente l'estradizione. I suoi ricorsi sono stati tutti respinti. E oggi, a distanza di sei mesi, è previsto l'arrivo all'aeroporto di Fiumicino con un volo proveniente da Lisbona. Dopo le formalità di rito, Tramonte sarà trasferito in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi