cerca

L’ora di satanismo come attività extracurricolare per capire i paradossi della “vera libertà”

Dal 19 ottobre fra le attività extracurricolari proposte dalla scuola elementare ci sarà anche il programma “After School Satan”, organizzato dal Satanic Temple. Il curriculum dell’ora di satanismo, dicono gli organizzatori, è incentrato “sulla scienza e il pensiero razionale e promuove benevolenza ed empatia per tutti”.

29 Settembre 2016 alle 06:17

L’ora di satanismo come attività extracurricolare per capire i paradossi della “vera libertà”

Che fai dopo la scuola?
- Abbiamo l’ora di satanismo, non ti ricordi?
- Ah già, che sciocco. Corro a prendere il pentacolo nell’armadietto.
- E non scordarti l’acqua maledetta, che oggi abbiamo la prova di resistenza all’esorcismo!
- Certo! Speriamo vada meglio dello sgozzamento dei capretti.
- Poi se ti va possiamo andare ad ascoltare qualche disco dei Black Sabbath al contrario.
- Che bella idea! Con piacere!

 

Forse i dialoghi fra gli alunni della Sacramento Elementary School di Portland, nell’Oregon, non saranno esattamente così, ma lo spunto non è immaginario. Dal 19 ottobre fra le attività extracurricolari proposte dalla scuola elementare ci sarà anche il programma “After School Satan”, organizzato dal Satanic Temple. Il curriculum dell’ora di satanismo, dicono gli organizzatori, è incentrato “sulla scienza e il pensiero razionale e promuove benevolenza ed empatia per tutti”. Il video promozionale realizzato per l’occasione mostra bambini gaudenti con ragni sulle mani, carrellate di caproni e statue con giovanotti intenti nell’adorazione di Lucifero, mentre in sottofondo cresce un motivo gothic metal cantato in un dialetto perduto dei Carpazi.

 

Strategia di marketing perfetta per affascinare i giovani genitori di Portland, che sono tendenzialmente millennial che mangiano tofu. Ma hanno la mente aperta, questi oregoniani, così aperta che è complicato, per il distretto scolastico, respingere la domanda del Satanic Temple. La scuola in questione ospita, nelle ore facoltative del pomeriggio, il Good News Club, gruppo di catechesi degli evangelici, e non si capisce perché dovrebbero rifiutare il pensiero razionale e la benevolenza dei satanisti. Il vicario locale del demonio ha detto: “Una volta che le religioni invadono le scuole, come ha fatto il Good News Club, il Satanic Temple combatterà per assicurare che il pluralismo e la vera libertà religiosa venga rispettata”. Il gruppo fa leva sulla libertà come spazio vuoto in cui tutto si equivale per costringere gli amministratori ad accettare le loro richieste. Rifiutarle li trasformerebbe in censori illiberali e bigotti.

 

Sfruttando dunque il grande baco della “vera libertà”, una scuola avrà la sua sacrosanta – si fa per dire – ora di introduzione alle pratiche demoniache, che poi non c’entrano con i sacrifici di vergini che abbiamo in mente. Sul sito del Satanic Temple si legge che l’associazione promuove “benevolenza verso tutti, rifiuta l’autorità tirannica, esalta il senso comune e la giustizia, e viene guidato dalla coscienza umana nel perseguimento dei nobili fini proposti dalla libertà individuale”. Si definiscono “politicamente attivi e con senso civico”: più che bestiali profanatori sono boy scout influenzati dall’illuminismo scozzese, che hanno trovato il pertugio giusto per infilarsi nei meccanismi del sistema. In questa ribellione delle libertà contro se stessa, l’inquietante satanista di un tempo è colui che impedisce a questi nuovi satanisti in cravatta di fare la loro civilissima opera di proselitismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi