cerca

Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi

Renzi 1, Renzi 2 e la Grexit che fa paura

Il premier concede un'interista alla Stampa e parla di nuove fasi nella gestione del paritto e del governo dopo la delusione ai ballottaggi delle amministrative. Intanto Varoufakis fa aumentare lo spread e le Borse non apprezzano. Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi.

16 Giugno 2015 alle 10:16

Renzi 1, Renzi 2 e la Grexit che fa paura

Matteo Renzi (foto LaPresse)

Santi Giulitta e Quirico, martiri. Giulitta era un’abitante di Iconio, città della Licaonia, oggi in Turchia. Era nobile e vedova, madre del piccolo Quirico, assieme al quale scappò dalla persecuzione. Ma venne arrestata e non ci fu pietà né per la madre, né per il figlio.

 

Titoli. Parigi più perfida di Albione. Eccola, la Francia che tradisce. Eccola, la verità, l’asse progressista che non c’è. Corriere della Sera: “Migranti, lite Italia-Francia”. Il Giorno certifica: “Migranti, rissa con Parigi”. Il Messaggero allarga gli orizzonti: “Migranti, ultimo avviso alla Ue”. Repubblica si occupa delle ferite del Pd e vede chiaramente il punto di caduta, quando i Cinque stelle vanno al rush finale, vincono: “Anche la Sicilia punisce il Pd. E Grillo vince 5 ballottaggi su 5”. Di cosa si occupano Il Giornale e Libero? Di Renzi, cribbio. Il Giornale coltiva un piano: “Scatta il piano B: Renzi a casa”. Libero lo vede sommerso in Laguna: “Renzi sta Serenissimo”. Tsunami in arrivo? E’ impaginato dal Sole 24Ore: “Grexit spaventa le Borse. Vola lo spread Btp-Bund”. Buona giornata.

 

Renzi 1 e Renzi 2. L’ha fatto. Il premier ha parlato con Massimo Gramellini de La Stampa. Siamo tutti sollevati. Colloquio, non intervista, mi raccomando. Il quotidiano di Torino apre la sua prima pagina con Renzi che fa considerazioni varie ed eventuali sul Renzi 1 e Renzi 2. Quello che vince e quello che perde. Ah, dice che vuol tornare Renzi 1.  #senzaparole

 

Americana. Oggi si attendono i dati della produzione industriale americana e comincia la riunione della Federal Reserve. Crescita e tassi, il resto è letteratura.

 

Grecia. Yanis Varoufakis, il ministro delle finanze della Grecia, ha detto che non presenterà una nuova proposta all’Eurogruppo. Il Grexit preoccupa, eccome. E non c’è solo lo spread (162 punti in apertura) a segnalarlo. Improvvisamente, dopo il boom, le vendite di automobili in Europa in maggio hanno rallentato: un aumento solo del 1,3 per cento. Il sirtaki finanziario sgonfia le quattroruote.

 

Ryanair prima in Italia. Qualche numero dal rapporto Enac presentato oggi al Senato. Ryanair nel 2014 ha trasportato 26.119.246 di passeggeri. Segue il gruppo Alitalia con 23.375.954 mentre Easyjet è a quota 13.364.429 passeggeri.

 

News in tv? Non per i giovani. L’industria sta cambiando alla velocità della luce. Secondo un sondaggio citato oggi dal Financial Times, nel 2013 i giovani che negli Stati Uniti guardavano le notizie in tv erano il 37 per cento. Nel 2015 sono scesi al 24 per cento. E scenderanno ancora.

 

Opera. Presentazione della nuova Stagione d'Opera e balletto 2015/2016 del Teatro dell'Opera di Roma. C’è anche il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini (ore 12,00).

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi