cerca

Il Parlamento fa sentire la voce su problemi periferici, le decisioni di fondo le prende il governo

Esaurimento della capacità normativa e perdita del controllo sulla direzione della spesa pubblica sono i segni del declino. Parla Sabino Cassese

30 Giugno 2020 alle 09:43

Il Parlamento ha lavorato a ritmo ridotto in questa prima parte dell’anno, e da tempo si lamenta che esso sia prevalentemente impegnato nella conversione in legge di decreti legge del governo. Il Parlamento è al suo tramonto? Se non tramonto, declino, di cui vi sono due segni. L’esaurimento della capacità normativa e la perdita del controllo sulla direzione della spesa pubblica.      Cominciamo con il primo indicatore. Il Parlamento è ormai un legislatore interstiziale. E non per la moltiplicazione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi