cerca

Vacanze italiane

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Pais, Echos, Guardian, Mundo, Interfax, Zeit

30 Aprile 2020 alle 09:50

Vacanze italiane

Vernazza, uno dei borghi secolari che costituiscono le Cinque Terre, sulla costa ligure (foto Anders Jildén via Unsplash)

Nato: elicottero canadese scompare mentre sorvola il Mar Ionio
Madrid, 30 apr 08:25 - (Agenzia Nova)  - Un elicottero delle Forze armate canadesi con sei persone a bordo è scomparso nelle acque internazionali tra Grecia e Italia durante un'esercitazione di pattugliamento della Nato. Secondo i primi rapporti, il velivolo si trovava fuori dalla zona di controllo greca ed era appena entrato nello spazio aereo italiano quando è scomparso dai radar
Franceschini, cittadini invitati a trascorrere vacanze estive nel paese
Mosca, 30 apr 08:25 - (Agenzia Nova)  - Gli italiani sono invitati a trascorrere le vacanze estive nel proprio paese. Lo ha affermato il ministro dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, osservando che il governo lavora attivamente per riavviare il flusso dei turisti stranieri in Italia il più presto possibile. Il ministro dei Beni e delle attività culturali e del Turismo ha poi smentito le informazioni diffuse in precedenza secondo cui la chiusura dei confini dell'Italia sarebbe durata fino alla fine dell'anno. Franceschini ha, infine, dichiarato che, in una recente riunione, i ministri del turismo dell'Ue hanno discusso dei modi per aprire le frontiere interne dell'Unione europea e prevenire la diffusione del coronavirus.


Italia: “Die Zeit”, irresponsabilità organizzata in gestione pandemia di coronavirus
Berlino, 30 apr 08:25 - (Agenzia Nova)  - Aiutare l'Italia gravemente colpita dal coronavirus “è giusto”, ma ci si deve chiedere come il paese abbia gestito la pandemia quando è scoppiata. È quanto afferma il settimanale tedesco “Die Zeit”, secondo cui tale domanda è “tanto delicato quanto necessario”. La risposta è “un lungo elenco di errori e omissioni”, che in Italia compongono il quadro di “un'irresponsabilità organizzata” nella risposta all'emergenza. Ora che “il peggio pare essere passato, gli italiani si chiedono come sia stata possibile”. Per esempio, in Lombardia il Sars-Cov2 ha causato oltre 12.700 vittime. È, inoltre, “abbastanza ovvio che qualcosa deve essere andato storto se a oggi 150 medici sono deceduti per il coronavirus e si contano circa 20 infetti tra il personale ospedaliero”. Questi cifre da sole mostrano come “cloro che combattono la malattia non sono stati adeguatamente protetti”. Per “Die Zeit”, ciò non può essere spiegato soltanto dall'inaspettato disastro naturale. Da anni, le regioni avevano un piano per una pandemia, la Lombardia dal 2010. In tale regione si dava istruzione alle autorità sanitari di accumulare scorte di dispositivi di protezione”. Tuttavia, nota “Die Zeit”, “non è accaduto nulla di tutto ciò”. Allo scoppio della pandemia di coronavirus, “praticamente non vi era un inventario”. Alla diffusione del contagio ha contribuito anche il trasferimento degli infetti nelle case di riposo, data la carenza di letti negli ospedali. Nelle strutture per gli anziani, il Sars-Cov2 ha avuto “conseguenze catastrofiche” e sulla vicenda è in corso un'inchiesta. “L'elenco di errori e omissioni potrebbe continuare”. Apparentemente, molte “decisioni sbagliate con conseguenze fatali “sono state assunte della autorità sanitarie, la cui azione è “strettamente legata alle delibere della politica”.
Ue: commissario Economia Gentiloni, necessario affrontare insieme crisi Covid-19
Parigi, 30 apr 08:25 - (Agenzia Nova)  - In Europa dobbiamo condividere l'impegno ad affrontare tutti insieme la crisi sanitaria provocata dal coronavirus. Lo ha detto in un'intervista rilasciata al quotidiano francese “Les Echos” il commissario europeo per l'Economia, Paolo Gentiloni. “Questo implica mettere degli strumenti in comune, premunirsi contro i rischi di divergenze economiche, aiutare i settori e le regioni che ne hanno più bisogno”, spiega Gentiloni, sottolineando che “utilizzare le risorse europee in modo differenziato per aumentare la convergenza economica è sempre stata la missione del bilancio europeo”. “Le divisioni degli ultimi anni si conoscono: alcuni dicono che il rischio non è abbastanza condiviso, altri che non è stato abbastanza ridotto – continua il commissario - Questa volta il dibattito è un altro. Non è più una questione di condizionalità per sostenere un paese. Non è il comportamento di un singolo stato isolato ad essere in causa. Siamo tutti colpiti dalla crisi, e in proporzioni massicce. Dobbiamo quindi dare una risposta comune a una sfida comune”. L'ex presidente del Consiglio spiega che il patto di stabilità è stato sospeso a causa dell'emergenza in corso e al momento non è possibile sapere quando verrà ripristinato. Ma “al di là del contesto attuale, resta assolutamente necessario che gli Stati abbiano una strategia per ridurre il loro debito”, afferma Gentiloni. Secondo il commissario europeo, il piano di rilancio economico “dovrà rispondere a tre missioni. Prima di tutto rafforzare la resilienza delle nostre società attraverso le spese sociali, questo significa sostenere l'impiego, lottare contro la povertà, investire nella salute o nell'educazione. In seguito dovremo rimanere focalizzati sui nostri obiettivi strategici che sono la sostenibilità ambientale e l'investimento nell'innovazione e il digitale”, afferma il commissario, aggiungendo come terzo punto un “obiettivo macroeconomico”: “senza mutualizzare i debiti del passato bisogna colmare le differenze tra settori o regioni per evitare di aggravare l'indebitamento degli Stato alle finanze pubbliche meno robuste”.
La quarantena allo Zen di Palermo
Londra, 30 apr 08:25 - (Agenzia Nova)  - I l quotidiano britannico "The Guardian" racconta oggi la vita nel quartiere Zen di Palermo, dove vive una delle comunità più povere d'Italia, durante la quarantena imposta per contrastare la pandemia di coronavirus. Gli abitanti si sentono abbandonati dal governo e la mafia si presenta come l'unica istituzione in grado di distribuire aiuti.
Calcio: per governo poche possibilità di riprendere la Serie A
Madrid, 30 apr 08:25 - (Agenzia Nova)  - Il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ritiene sia difficile poter riprendere il campionato di calcio di Serie A in questa fase di contenimento del coronavirus, consigliando ai presidente dei club di "pensare" alla prossima stagione. "Continueranno i contatti tra il comitato tecnico-scientifico e la Figc, che in precedenza aveva presentato un protocollo sull'allenamento ritenuto insufficiente. Ma riprendere gli allenamenti non significa riprendere il campionato”, ha affermato Spadafora, ripreso dalla stampa spagnolo. “Se non vogliamo avere dubbi, è sufficiente seguire la linea di Francia e Paesi Bassi, che hanno rinunciato”, ha aggiunto. Domenica scorsa il governo italiano ha deciso che gli atleti che praticano sport individuali potranno allenarsi dal 4 maggio, mentre le squadre di calcio dovranno aspettare almeno fino al 18 per riprendere gli allenamenti nei centri sportivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi