L'operatore ferroviario Avanti fa il primo passo nel Regno Unito

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Echos, New York Times, Telegraph, Times e Figaro

Roma va in soccorso di Tirana dopo il terremoto
Parigi, 28 nov - (Agenzia Nova) - L'Italia va in soccorso dell'Albania dopo il violento terremoto che ha colpito il paese nella notte tra il 25 e il 26 novembre. Ne parla il quotidiano francese “Les Echos”, spiegando che i due paesi hanno forti legami storici e culturali, ma soprattutto economici. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha inviato una quadra di 200 soccorritori dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e dei pompieri, insieme a importanti mezzi. Il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, ha messo a disposizione gli ospedali per i feriti. Gli scambi commerciali tra Italia e Albania ammontano a 3 miliardi di euro. La Penisola rappresenta il 48 per cento delle esportazioni albanesi e più di un quarto delle importazioni di Tirana sono italiane. Sulle coste albanesi sono presenti un migliaio di aziende italiane.

Continua a leggere l'articolo di Echos 

 

Ministro Economia Gualtieri, Mes non può essere cambiato
New York, 28 nov - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha detto ieri che i paesi dell'Eurozona firmeranno probabilmente una riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes) a febbraio del 2020, piuttosto che a dicembre prossimo, come precedentemente previsto. La riforma del Mes, noto come Fondo salva-Stati, è ragione di forti polemiche in Italia, dove le forze di opposizione denunciano potenziali effetti avversi per il paese e i suoi risparmiatori. "Il trattato sarà probabilmente firmato a febbraio", ha detto Gualtieri, aggiungendo che ciò consentirebbe una pausa di riflessione rispetto al programma originale. Allo stesso tempo, Gualtieri ha aggiunto la sostanza della riforma del Mes è già stata definita e non può essere rinegoziata.

Continua a leggere l'articolo del New York Times 

 

La mappa dei paesi che vendono le case a 1 euro
Londra, 28 nov - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Telegraph" pubblica una mappa dei paesi in Italia i cui sindaci stanno sempre più ricorrendo all'idea di vendere a 1 euro le case vuote a causa dello spopolamento. L'obiettivo è aumentare la popolazione che è sull'orlo della sparizione a causa del crollo demografico e dell'emigrazione dei giovani verso le grandi città. Tuttavia,il "Telegraph" avverte i potenziali acquirenti che sognano di lasciarsi alle spalle il clima uggioso del Regno Unito per godere di queste amene e soleggiate località mediterranee, in gran parte situate in Italia meridionale, Sicilia e Sardegna. La vendita a prezzo simbolico di quelle abitazioni è sempre accompagnata da stringenti condizioni, come l'impegno a trasferirsi in maniera permanente nei paesi.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph 

 

Operatore ferroviario Avanti fa il primo passo nel Regno Unito
Londra, 28 nov - (Agenzia Nova) - A dicembre prossimo, i collegamenti ferroviari lungo a più importante linea del Regno Unito saranno effettuati dalla società Avanti, una joint venture tra il First Group britannico e le Ferrovie dello Stato (FS). Come riferisce il quotidiano "The Times", Avanti ha vinto la gara d'appalto per la gestione della linea ferroviaria sulla dorsale occidentale del Regno Unito, già tolta per cattiva gestione a Virgin Trains. Dal 9 dicembre prossimo, i treni con il nuovo logo di Avanti saranno quelli che serviranno i passeggeri tra Londra e Birmingham, l'Inghilterra nord-occidentale e fino alla Scozia.

Continua a leggere l'articolo del Times 

 

 

Migranti: 113 rifugiati siriani arrivati Roma
Parigi, 28 nov - (Agenzia Nova) - Un gruppo composto da 113 rifugiati siriani è arrivato a Roma ieri, 27 novembre. Lo riferisce il quotidiano francese “Le Figaro”, spiegando che i rifugiati sono stati accompagnati da organizzazioni non governative e associazioni cattoliche. Il gruppo, composto da uomini, donne e bambini, è atterrato all'aeroporto di Fiumicino dopo un volo proveniente dal Libano. “Questi bambini hanno conosciuto solo la guerra e i campi di rifugiati. Ma adesso avranno un futuro in Italia”, ha detto Marco Impagliazzo, della Comunità di Sant'Egidio. Dal 2016 sono arrivati in Europa più di 3mila siriani attraverso i corridoi umanitari. Di questi, 1.800 sono stati accolti in Italia. Gli organizzatori forniscono loro servizi sociali, scuole per i bambini e corsi di lingua per tutti.

Continua a leggere l'articolo del Figaro