L'Europa guarda con preoccupazione al voto italiano

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Times, Telegraph, Financial Times, Bloomberg, Abc

L'Europa osserva con preoccupazione al voto italiano

L’importanza delle elezioni italiane per l’Europa

 

Madrid, 2 gen - (Agenzia Nova) - L’Europa ha nuovamente timore dell’Italia in vista delle elezioni del prossimo 4 marzo, che potrebbero riservare l’ennesimo scenario di instabilità all’interno dei confini europei. Per l’Unione europea, che cerca di rilanciarsi dopo il trauma della Brexit, la fragilità politica dell’Italia rappresenta un altro ostacolo alla coesione. Lo sostiene il quotidiano spagnolo “Abc” che riferisce il parere di Sergio Fabrini, professore di Scienze politiche all'università Luiss di Roma, secondo cui le prossime elezioni sono paragonabili per importanza a quelle del 1948. “Il risultato del 4 marzo deciderà se l’Italia continuerà a far parte del gruppo dei paesi europei impegnati a promuovere l’integrazione o se entrerà a far parte di quelli impegnati a contrastare l’integrazione”, ha dichiarato Fabrini. Il quotidiano “La Vanguardia” sottolinea come durante il suo discorso di fine anno anche il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, abbia invitato le parti politiche impegnate nella campagna elettorale a presentare proposte adeguate, realistiche e concrete per la risoluzione dei problemi che affliggono l’Italia.

Continua a leggere l'articolo di Abc

  


 

Italia: elezioni politiche, la posta in palio è elevata

 

New York, 2 gen - (Agenzia Nova) - L'approssimarsi delle elezioni politiche in programma in Italia per il prossimo 4 marzo porranno ancora una volta sotto i riflettori internazionali l'ingovernabilità, la stagnazione economica e l'eccessivo indebitamento che si sono affermati come mali endemici della Penisola dal Secondo dopoguerra. Lo scrive "Bloomberg", che in vista del voto traccia un riepilogo delle forze politiche in gioco, del sistema elettorale in vigore e della possibile reazione dei mercati allo scenario di incertezza politica che pare profilarsi all'indomani del voto. 

Continua a leggere l'articolo di Bloomberg

 


 

Italia, i partiti invitati a offrire "proposte realistiche" agli elettori

 

Londra, 2 gen - (Agenzia Nova) - Il presidente italiano, Sergio Mattarella, ha esortato i partiti politici del suo paese a offrire agli elettori "proposte concrete e realistiche", soprattutto in materia di occupazione, e di evitare che la campagna elettorale sia dominata da facili promesse di rapidi miglioramenti economici, in vista del voto del 4 marzo prossimo, da cui sia l'Italia che l'Eurozona rischiano di veder emergere con più forza i movimenti populisti. Lo riporta il quotidiano economico britannico "The Financial Times" commentando il tradizionale discorso di fine anno pronunciato dal capo dello Stato dal palazzo del Quirinale a Roma. "Non è mio compito indicare soluzioni, ma desidero sottolineare che il lavoro resti la prima e più seria questione sociale, innanzitutto per i giovani ma non soltanto per loro", ha detto Mattarella, aggiungendo che "le dimensioni dei problemi del nostro paese richiedono proposte adeguate, concrete e realistiche". In questo inizio della campagna elettorale, nota il "Financial Times", si sono già sentite varie promesse di tagli generalizzati delle tasse e di nuove spese sociali, fatte dai principali partiti di opposizione come Forza Italia di Silvio Berlusconi e il Movimento 5 stelle (M5s) allo scopo di scalzare dal governo il Partito democratico (Pd). "Da una parte ci sono le promesse selvagge di Berlusconi e Salvini, il duo dello spread e del populismo, e poi Di Maio e Grillo che vogliono un referendum sull'euro e sui vaccini e promettono sussidi e regalie", ha scritto il leader del Pd Matteo Renzi sul suo account Facebook: "dall'altra parte ci siamo noi, che in questi anni abbiamo lavorato duro e abbiamo anche fatto degli errori ma siamo una squadra credibile e affidabile". Secondo gli ultimi sondaggi, ricorda il quotidiano britannico, il M5s sarebbe il partito più votato mentre la Lega nord di Salvini contenderebbe a Forza Italia la leadership della coalizione di centro-destra: c'è quindi la possibilità che proprio ai Cinquestelle possa venir offerta la chance di formare il prossimo governo. Il M5s è sempre stato allergico all'idea di stringere alleanze, ma recentemente il suo candidato premier Luigi Di Maio ha aperto la porta a tale possibilità. E secondo il "Financial Times" la forza politica più affine è la Lega nord, che ne condivide l'insoddisfazione nei confronti dell'euro, il desiderio di abbattere le regole fiscali dell'Ue, l'opposizione ai trattati internazionali di libero scambio e l'orientamento filo-Putin in politica estera. "Sono orgoglioso di essere un populista se questo significa essere vicino al popolo e cercare di risolvere i suoi problemi", ha dichiarato il leader nordista Salvini aggiungendo che "se l'Europa non funziona allora è meglio dire ciao all'Europa". un eventuale governo Cinquestelle potrebbe nascere anche da un accordo con Liberi e uguali, il partito di sinistra nato da una scissione del Pd di Renzi.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 


 

I migranti muoiono tentando di attraversare le Alpi a piedi in pieno inverno

 

Londra, 2 gen - (Agenzia Nova) - Le squadre di soccorso nelle Alpi temono di dover scoprire i corpi di molti giovani africani quando le nevi si scioglieranno a primavera: lo riferisce il quotidiano inglese "The Times" in un reportage dedicato al dramma dei migranti che dall'Italia cercano di attraversare le montagne per raggiungere la Francia e quindi i paesi del Nord Europa, inclusa la Gran Bretagna. Secondo il capo del Servizio mobile di soccorso francese di Briançon, citato dal "Times", dalla scorsa primavera sono dozzine i migranti che ogni settimana cercano di traversare le Alpi a piedi: "Pensavamo che l'inverno li avrebbe fermati, e invece non è così", ha detto Yann Fillet, aggiungendo che purtroppo è prevedibile che al disgelo molti cadaveri saranno rinvenuti sui sentieri di montagna meno battuti. 

Continua a leggere l'articolo del Times

 


 

Pagate o bruciamo l'albero di Natale: italiani arrestati per tentata estorsione

 

Londra, 2 gen - (Agenzia Nova) - Lo spirito natalizio è decisamente assente nella città italiana di Bari, scrive il quotidiano britannico "The Telegraph" commentando la notizia dell'arresto di due uomini che hanno cercato di estorcere 2 mila euro in cambio della loro "protezione" all'albero di Natale, eretto nella centrale Piazza del Ferrarese, minacciando altrimenti di dargli fuoco. La vittima del tentato ricatto era l'imprenditore che ha vinto l'appalto municipale per la fornitura dell'abete natalizio, il quale tuttavia ha rifiutato di pagare. I due indagati dopo l'arresto hanno tentato di limitare i danni facendo pubblica ammenda. In Puglia, ricorda il "Telegraph", è molto attiva la quarta e meno nota mafia italiana, la Sacra Corona Unita; tuttavia, scrive il quotidiano britannico citando il sindaco di Bari Antonio Decaro, il ricatto di Natale è stato sventato grazie alla crescente resistenza della popolazione locale nei confronti delle richieste di pizzo e di altri crimini a carattere mafioso.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi