Il Salvator Mundi di Leonardo venduto a 450 milioni. Ecco quando l'arte è un affare

Il dipinto, battuto all'asta da Christie's, è diventato il più costoso della storia. Ma è in buona compagnia: la classifica delle undici opere più pagate al mondo

16 Novembre 2017 alle 10:37

Il dipinto “Salvator Mundi”, attribuito a Leonardo Da Vinci, è stato battuto all'asta da Christie's per la cifra record di 450 milioni di dollari. Mai, prima d'ora, un quadro era stato venduto a questo prezzo. Ma quali sono le opere d'arte più costose di sempre? Difficile stabilirlo con certezza. Molto spesso si tratta infatti di transizioni tra privati. Fino a qualche tempo fa, ad esempio, si credeva che Nafea faa ipoipo di Paul Gauguin (1892) fosse stato venduto per 300 milioni di dollari. Una disputa legale svelò che in realtà il prezzo era di 210 milioni di dollari. Prima dell'asta di ieri, il record era detenuto, da Interchange di Willem de Kooning (1955). Ma anche in questo caso le notizie sono discordanti. Il quadro, infatti, venne acquistato nel 2015 dal miliardario Ken Griffin che lo comprò insieme ad un'opera di Jackson Pollock, Number 17A (1948), per la cifra complessiva di 500 milioni di dollari. Il prezzo dei singoli dipinti non venne mai svelato ma le valutazioni parlano di 300 milioni e 200 milioni. Ecco, quindi, al netto di possibili “correzioni” la classifica dei dipinti più costosi di sempre. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi