cerca

Tramonto su trapunta di scirocco

“Tutto ho con me ma senza di lei, nulla ho più”, pensava Wolfgang in groppa a un Ippogrifo

6 Giugno 2018 alle 06:00

Tramonto su trapunta di scirocco

Hove Beach, John Constable, 1824-1828

Al capolinea di Corso Vittorio, ieri, a Roma, Wolfgang cercava la corsa in direzione dell’Aurelia, per poi andare al mare. Camminava in gran fretta, talvolta rallentava, quindi si fermava e interrogava le nuvole in cielo non potendo cavare risposta dai tabelloni dell’Atac. Charlotte, lontana da lui, nel suo angolo di mare faceva iniziare un magnifico tramonto. Lo adagiava sopra la trapunta di scirocco giunto apposta dal porto mentre da se stessa, avvolta nel brillio di respiri e segreti, si levava il sentimento che tutto si prende perché tutto dà. Wolfgang correva da lei in groppa a un Ippogrifo: “Tutto ho con me ma senza di lei, nulla ho più”. E fu così che, in gran fretta – talvolta rallentando, fermandosi quindi a mezz’aria sopra l’Aurelia – pungendo il destriero con gli speroni alati, in picchiata verso di lei, lui ebbe a sciogliere il suo ultimo enigma: poi, domani, ti guarderanno le mie rose.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi