Tranquilli ci penseranno burocrazia e magistratura a fermare i populisti

Cambiano le facce, arriveranno nuovi ministri, magari ci sarà una raggiante first lady ma ciò che resta, inamovibile totem del potere, è questa spietata tenaglia

6 Marzo 2018 alle 06:00

Tranquilli ci penseranno burocrazia e magistratura a fermare i populisti

Matteo Salvini (foto LaPresse)

A proposito della robusta vittoria dei populisti in Italia, a margine del dispiacere di tanti, una cosa – forse una consolazione? – si potrà dire. Inutile attendere anatemi da Emmanuel Macron, da Barack Obama appena verrà a saperlo o da Angela Merkel quando avrà finito col disbrigo della Grosse Koalition: ci penseranno la burocrazia e la magistratura a stritolarli a dovere, a tempo debito. Cambiano, infatti, le facce, arriveranno nuovi ministri, magari ci sarà una raggiante first lady – chissà, Elisa Isoardi? – i giornali dovranno faticare ad accreditarsi presso la gens nova ma ciò che resta, inamovibile totem del potere, è la tenaglia spietata di magistratura e burocrazia che un modo lo troverà. Quest’ultima, è armata di legacci, quella – invece – di schiavettoni. Nulla si potrà fare, tutto si dovrà arrestare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    06 Marzo 2018 - 20:08

    Attenzione a sottovalutare la virata dell'elettorato nei c.d. populismi che si sono divisi l'Italia, a nord l'imprenditoria produttiva cui basta un minimo di sussidiarietà governativa per cavarsela, il sud invece abituato a pretendere solo assistenzialismo che si è consegnato allo statalismo impersonato da giggini-masaniello. Non trascurerei il sorgere di un giovanilismo di rottura che non ne vuole sapere di debiti ereditari, deciso a tutto e di facile presa. La crisi economica accentuerà la divaricazione nord/sud con tentazioni secessioniste. La magistratura avrebbe la sua massima espressione nella Presidenza della Repubblica, ma finora i Presidenti hanno delegato se non abdicato, e di fronte a masse potenzialmente insorgenti c'è poco da arrestare. La situazione è serissima e pericolosissima. Grazie al Pd, che ha abbandonato il "poppolo" legiferando solo per compiacere quei quattro disgustosi gatti di radicali in cronico delirio ideologico. Ora, siamo davvero nelle peste.

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    06 Marzo 2018 - 19:07

    Sui burocrati del pantano italiano, perfetto. I magistrati invece fanno il passo decisivo verso l'occupazione del potere esecutivo. Hanno utilizzato benissimo gli squadristi e i giornali collusi.

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    06 Marzo 2018 - 19:07

    E la chamiamo consolazione? Sapevamo da sempre che sono solo degli utili idioti. Per questo ci spaventano. L'albero di natale morto non era un monito, ma un avvertimento.

    Report

    Rispondi

  • pg.to

    06 Marzo 2018 - 17:05

    Oh quanto è vero, oh quanto è vero!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi