Salvini contro Fabio Fazio, ecco come andrà a finire

Al tavolo del conduttore si sono seduti già Renzi, Berlusconi, Di Maio, Grasso e Gentiloni. Ignorato il leader leghista. “Ci ricorderemo di lui e della sua correttezza”

9 Gennaio 2018 alle 17:58

L'ira di Salvini contro il cinegiornale d’Italia di Fabio Fazio

Matteo Salvini (foto LaPresse)

Fabio Fazio non invita Matteo Salvini nel suo Che tempo che fa su Rai1. Il famoso conduttore, nel suo cinegiornale d’Italia ha già avuto al tavolo Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Luigi Di Maio, Pietro Grasso, per poi chiudere con Paolo Gentiloni l’elenco dei politici già in gara nella campagna elettorale. Non ha dunque tenuto conto del capo leghista, Fazio: “Per il signor Fazio, il conduttore più pagato della storia della tivù pubblica (con soldi nostri)”, scrive Salvini, “la Lega non esiste”. Tutto ciò che esiste, in effetti – così nell’immaginario letterario, come nella concreta affabulazione dell’egemonia di regime – si decide per tramite di scaletta, con conseguenze poi visibili nella struttura pagnottistica dei padroni del vapore, ma a tutti gli antagonisti che non ne possono più di Fazio valga però come viatico di consolazione il promemoria che s’è appuntato Salvini: “Ci ricorderemo di lui e della sua correttezza”. Ecco, speriamo se lo ricordi (tanto, con le larghe intese, finirà che Fabio Fazio se lo prenderà Mediaset, tatuando a Luciana Littizetto la farfallina di Belen…).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    10 Gennaio 2018 - 08:08

    Che tempo che fa? Qualcuno ricorda i magnifici Cochi e Renato cantare la nebbia della Valpadana? Sublime comunque la previsione di una Littizetto tatuata con la farfallina già di Belen all’insegna del Nazareno. Un preannuncio del Ruby quater?

    Report

    Rispondi

Servizi