cerca

A occhi chiusi

“Gin tonic a occhi chiusi” (edizioni Giunti) è il romanzo di Marco Ferrante, un libro dove il racconto della famiglia Misiano diventa saga per mettere in scena, con le vicende di tre fratelli, un’Italia battezzata nell’istante di un dettaglio.

23 Settembre 2016 alle 06:15

A occhi chiusi
“Gin tonic a occhi chiusi” (edizioni Giunti) è il romanzo di Marco Ferrante, un libro dove il racconto della famiglia Misiano diventa saga per mettere in scena, con le vicende di tre fratelli, un’Italia battezzata nell’istante di un dettaglio. A un certo punto c’è un drone che si alza in volo. Parte verosimilmente da un negozio di fiori e arriva su un terrazzo di Roma per recapitare rose rosse a una signora. E’ un testacoda semantico o, insomma: aggiorna con “mettete dei fiori nei vostri droni”. Ancora meglio: quel drone coi fiori risolve la scena con cui prende avvio “La Dolce Vita” di Federico Fellini. Ricordate? La statua del Rendentore e i cieli dell’Urbe. Quindi gli occhiali da sole. Quelli di Marcello Mastroianni e poi quelli di Anouk Aimée. A occhi chiusi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi