Liberi di cambiare idea

Reporter:

Giuseppe Bedeschi

4

01/10/2019

I n un suo vecchio libro, “Democrazia e definizioni” (1957), che costituisce uno dei punti più alti della riflessione politologica del Novecento, Giovanni Sartori, dopo aver fissato che la democrazia dei moderni è fondamentalmente una: è la democrazia liberale – si chiedeva come tale democrazia potesse essere caratterizzata. E rispondeva: la democrazia liberale è quella democrazia che consente il dissenso, perché nell’affidare il governo alla maggioranza tutela il diritto di farle opposizione. Se possiamo ribattere a Rousseau che il cittadino...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.