Così Greta è diventata la dea della provvidenza per banchieri centrali e governi

Il movimento élit-ambientalista aiuta la Bce a spronare i politici a spendere in infrastrutture e tecnologie aumentando il consenso

Alberto Brambilla

Reporter:

Alberto Brambilla

6

01/10/2019

Roma. Il grido d’allarme dell’attivista climatica svedese Greta Thunberg all’assemblea delle Nazioni Unite – “ci state rubando il futuro” – è stato ripetuto nelle piazze di mezzo mondo da adolescenti e giovani come lei in queste settimane. Ma ai vertici della Banca centrale europea deve essere suonato – e non da oggi – come un canto di sirena provvidenziale: l’ambientalismo è diventato il grimaldello con cui convincere gli stati a spendere per investimenti sviluppisti. In un’intervista pubblicata ieri dal Financial...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.