cerca

Abramovich porta a Londra Cechov e con lui il racconto di una Russia stanca

4 Aprile 2019 alle 17:59

Roma. E’ un genio sottovalutato e trascurato, Anton Cechov. In Italia viene lasciato a se stesso, spesso appeso a quella lunga fila di nome-patronimico-cognome che, se per un russo della fine dell’Ottocento era un modo cortese ma usuale di chiamare l’altra persona, per un italiano del Ventunesimo secolo è soltanto un elemento di distrazione. Anton Cechov è un artista tragico e comico, di cui spesso è stato colto soltanto il lato comico, rappresentato senza sorrisi storti e stridor di denti....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

2

01/02/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi