cerca

La primavera della Fiorentina e i complessi di Marc Márquez

Il weekend sportivo tra palle da golf in acqua, sorpassi pericolosi e rivincite viola

10 Aprile 2018 alle 14:31

Balls in the water

La palla scagliata per mezzo di una leva d’acciaio guidata dalla mano del campione, atterrava sul prato liscio come un leggero pilor e poi, schiava, tornava indietro richiamata da uno specchio d’acqua. Sergio Garcia, spagnolo gentile, seguiva i fatti come se non ne fosse il protagonista principale. Vittima della routine, eseguiva meccanicamente il gesto per ben cinque volte. Colpiva, guardava, prendeva atto e ripeteva. Nessuno che lo svegliasse da quell’incubo straziante. E poi dicono che i golfisti non sono uomini soli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi