L’America lascia solo il mondo

29 Maggio 2014 alle 16:00

L’America lascia solo il mondo: la mia è ovviamente un’analisi troppo sintetica ma credo di poter dire che quella che salvò il mondo era l’America in cui il potere era, se non detenuto, senz’altro fortemente influenzato dalle industrie che producevano beni con un valore intrinseco e dava lavoro a milioni di persone, industria che pertanto aveva necessità di un mondo libero in cui espandere il proprio mercato. Quella di oggi è un’America in cui il potere è detenuto, non influenzato, detenuto dalla finanza che produce utili quasi esclusivamente per sé e necessità solo di mercati azionari all’interno dei quali movimentare, via web, i propri capitali e nulla importa se si tratta di mercati operanti in Paesi in cui la democrazia è un dettaglio trascurabile quando non è addirittura reputata un’influenza corruttrice dell’Occidente. A che pro pertanto intervenire in difesa della libertà?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi