cerca

Ecce imprimatur?

27 Maggio 2014 alle 15:30

Scriveva nel ’79 Montanelli, riguardo alle parole del neoeletto Papa Giovanni Paolo II sulla legislazione abortiva «lesiva della giustizia» (discorso ai Medici Cattolici Italiani) e sulle polemiche da esse suscitate: «secondo i seguaci della Chiesa in movimento, la Chiesa dovrebbe “aggiornarsi”. Strano concetto […] la Chiesa procede per verità eterne, alle quali si può credere o non credere, ma che essendo eterne, non sono aggiornabili». E, aggiungeva, con amarezza: «noi italiani con le responsabilità ce la intendiamo poco. Vogliamo fare il socialismo d’accordo coi capitalisti, la rivoluzione col consenso dei Carabinieri, e i peccati con la benedizione del papa: non ci basta averli sottratti all’indice, ci vogliamo l’imprimatur». Oggi, a richiedere che la Chiesa si adegui alla cultura dominante è buona parte dei cattolici occidentali e l’elezione al soglio di Pietro di Francesco sembra offrire una sponda insperata. Fatico a non chiedermi se il codazzo di abortisti, divorzisti, adulteri, omosessuali e amanti di preti, tutti e tutte bramosi di pontificio imprimatur, non abbia davvero trovato, quasi alla fine del mondo, chi può svendere misericordia e dimenticar giustizia. Le verità eterne “impopolari” sembrano inchinarsi di fronte allo Zeitgeist, come se, nell’era dell’iper-democrazia, decidere del Bene e del Male sia compito di fedeli sempre più refrattari alla responsabilità, al sacrificio e all’obbedienza. Infatti, se da un lato Bergoglio ripete che non è sua ambizione cambiare la dottrina, dall’altro lato ha sancito la fine della battaglia sui valori non negoziabili combattuta dai suoi predecessori. Intervistato da de Bortoli, pensiona la tesi un po’ orwelliana dei valori “più uguali degli altri” con una metafora: «non posso dire che tra le dita di una mano ve ne sia una meno utile di un’altra». Strana visione dell’anatomia umana. Diceva Padron ‘Ntoni: «il dito grosso deve far da dito grosso, e il dito piccolo deve far da dito piccolo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi