cerca

Bisturi e scalpelli

24 Settembre 2011 alle 17:00

Dal fondo del direttore De Tomaso "Di tassazione in tassazione verso la decrescita" (Gazzetta del Mezzogiorno 22/9) l'esortazione a ridurre le cambiali da firmare (spesa pubblica) perchè, una volta firmate, poi bisogna pagarle e per pagarle poi si va "di tassazione in tassazione", con la conseguente decrescita, ovvero il de cuius del benessere sul quale poi le analisi degli economisti saranno finalmente lucide e concordi. L'aveva detto Chamfort " gli economisti sono chirurghi che hanno un eccellente scalpello ed un bisturi scheggiato, sicchè operano a meraviglia sul morto e martorizzano il vivo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi