cerca

Le sciure che fanno bene. Il gioiello più prezioso è avere una charity

Molte signore milanesi d’alto lignaggio, da un po’ di tempo preferiscono confondersi tra quel milione di volontari lombardi che dedicano una buona parte del loro tempo ad aiutare chi ha bisogno

4 Novembre 2018 alle 06:15

Le sciure che fanno bene. Il gioiello più prezioso è avere una charity

Foto Pexels

E’ più facile immaginarle a Cortina piuttosto che a St. Moritz o al Forte o a Santa, impegnate nell’organizzazione di deliziosi eventi conviviali. Invece, molte signore milanesi d’alto lignaggio, da un po’ di tempo preferiscono confondersi tra quel milione di volontari lombardi che dedicano una buona parte del loro tempo ad aiutare chi ha bisogno, spesso nel totale anonimato. Ma sempre più spesso, lo fanno anche “sfruttando” i propri nomi altisonanti o ben conosciuti nella tout-Milan per portare a casa risultati socialmente utili di tutto rispetto. Le charities vanno di gran moda. Sara Doris, presidente esecutivo di Fondazione Mediolanum, cinque figli (ne avrebbe già di suo) ha una vera passione per i bimbi ai quali cerca di restituire un’infanzia rubata costruendo una scuola crollata o un pozzo dove l’acqua non c’è. Lavoro faticoso ma “il loro sorriso è quello che mi riempie di gioia”. La Fondazione, fino a oggi, ha finanziato 309 progetti in 39 paesi e sono stati erogati 10 milioni di euro grazie ai quali 51 mila bambini sono stati aiutati a crescere. “Aiutare è importante, lo diceva la nonna”. Lo ha spiegato anche ai circa 400 invitati (carte di credito alla mano) giunti all’Area 56 di Milano per la Foundraising Gala Dinner “RicostruiAmo il Futuro” a favore del progetto della Andrea Bocelli Foundation per la ricostruzione della scuola materna di Muccia.

 

La contessa Antonella Carnelli de Micheli Camerana (dinastia Fiat) ha dato vita a Missione Sogni, ovvero realizzare i sogni di bambini e ragazzi affetti da gravi malattie o disabilità. L’associazione ha al suo attivo il progetto Orti in Ospedale creati nelle pediatrie dei più importanti ospedali milanesi. Accanto alla presidente Camerana lavorano la direttrice Pamela Majno e la responsabile della realizzazione dei sogni, Gabriella Monti. Tutto questo grazie anche al continuo sostegno di fondazioni, istituti di credito e aziende nell’organizzazione di prestigiosi eventi di raccolta fondi, come i concerti all’Hangar Bicocca di Ludovico Einaudi e di Stefano Bollani o iniziative come Profumi e Balocchi, shopping solidale il cui ricavato è destinato alla realizzazione di altri Orti.

 

Si rivolge a bambini con disabilità l’associazione L’Abilità (mission: sostenere la famiglia e promuovere e tutelare il benessere del fanciullo) presieduta da Laura Borghetto a sua volta coadiuvata da Carlo Riva (vicepresidente e direttore). Tra le volontarie Margherita Colnaghi Fazio, giornalista, da sempre impegnata anche in altre associazioni di Milano. Magica Cleme Onlus, deficata a Clementina, è stata fondata dai suoi genitori Bill ed Emilia Niada: collabora con l’ospedale San Gerardo di Monza e con l’Istituto Nazionale dei Tumori, offrendo a tutti i bambini in cura e alle loro famiglie intrattenimento al di fuori delle mura ospedaliere, attraverso l’organizzazione costante di gite, feste, weekend in posti unici. Prossima racconta fondi, il mercatino Magico Vintage. Alle donne guarda la Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute delle donne e di genere), presidente la super premiata Francesca Merzagora (Premio Bellisario, Ambrogino d’Oro, Rosa Camuna, Premio SoFare insieme ad altre donne milanesi che si sono impegnate in famiglia, nel lavoro e nella società come Diana Bracco, Sandra Mondaini, Lina Sotis, André e Ruth Shammah, Rosita Missoni, Francesca Floriani, Milly Moratti, Lella Costa, Loredana Maspes, Letizia Moratti e Luciana Savignano).

 

In Assolombarda è nato l’Advisory Board Responsabilità Sociale delle Imprese a favore delle fasce più esposte della popolazione, dei giovani e delle donne, e valorizzando il patrimonio storico, artistico e culturale del territorio. Per questo è nato un gruppo che vede presidente Gabriella Magnoni Dompé mentre componenti del board sono Maria Felice Ardizzone Mauri, Alessandra Bitetti, Francesca Carollo, Diamante D’Alessio, Francesca Di Carrobio, Alberto Foà, Fabio Gnocchi, Silvia Grilli, Ruben Razzante, Roberto Spada, Caterina Tonini, Stefano Venturi e Nina Yashar. Tra i progetti in fase di realizzazione, due borse di studio consegnate a In-Presa, realtà non profit del territorio di Monza e Brianza che si occupa di recuperare i ragazzi usciti dal mondo della scuola. “Adotta una Guglia” della Veneranda Fabbrica del Duomo, con l’obiettivo di manutenere e valorizzare il simbolo meneghino per eccellenza e restituirlo ai suoi cittadini; Convivio, per sostenere l’associazione no-profit ANLAIDS (Associazione Nazionale per la lotta contro l’AIDS) e raccolto circa 300 capi di abbigliamento che sono stati donati all’associazione Pane Quotidiano e alla parrocchia Santa Lucia di Quarto Oggiaro. Infine il progetto futuro Impresa 4.Donna che si articolerà in una serie di corsi tenuti da due avvocatesse, Tatiana Biagioni e Silvia Belloni.

 

Di Airc, l’associazione della ricerca sul cancro, si occupa Marta Brivio Sforza inserita al comitato Lombardia. Come ricorda la contessa, “Airc versa 106 milioni netti alla ricerca e mantiene tre ospedali a Milano”. Poi è coinvolta con il Poldi Pezzoli e “Le signore del restauro”, club esclusivo ideato e voluto da Marta Marzotto nel 2011 per sostenere la tutela del patrimonio artistico del museo e che oggi vede presidente Umberta Gnutti Gussalli Beretta supportata da diverse dame tra cui Lella Curiel, Isabella Borromeo Brachetti Peretti, Letizia Moratti, Maria Luisa Trussardi, Giuliana Cella, Eva Duringer Cavalli, Carla Tolomeo, Chiara Beria d’Argentine, Annamaria Bernardini De Pace. E c’è chi si occupa degli amici a quattro zampe. Laura Morino, consigliere della Lega del cane sezione di Milano, presieduta da Laura Rossi, organizza eventi per la raccolta fondi. Per il Natale è prevista l’iniziativa “Sparkling Vip”, vendita di bottiglie con etichette personalizzabili con le immagini degli adorati animali da compagnia. Il ricavato sarà devoluto all’associazione che da anni si occupa di animali abbandonati e ne gestisce le adozioni. A Milano, tra le vere signore, il gioiello più elegante è fare del bene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi