cerca

Dispetti, gesti, figli e reputazioni stracciate nel sovranismo estone amico di Salvini

L’Ekre, l’ospite estone del ministro dell'Interno, racconta molte cose dell’alleanza di Salvini e del populismo europeo

18 Maggio 2019 alle 06:11

Dispetti, gesti, figli e reputazioni stracciate nel sovranismo estone amico di Salvini

foto LaPresse

Milano. Tra gli ospiti di Matteo Salvini a Milano c’è il Partito conservatore popolare dell’Estonia, l’Ekre, rappresentato da Jaak Madison, prossimo europarlamentare (nei sondaggi estoni è all’11 per cento). L’Ekre, arrivato a fine aprile al governo in coalizione con il Partito di centro (che è di destra e che non aveva vinto le elezioni ma che grazie all’appoggio nazionalista è rimasto al potere) dopo aver raddoppiato i propri voti, racconta molte cose dell’alleanza di Salvini e del populismo europeo. La...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Paola Peduzzi

Paola Peduzzi

Scrive di politica estera, in particolare di politica inglese, francese e americana. Tiene sul Foglio una rubrica, Cosmopolitics, che è un esperimento: raccontare la geopolitica come se fosse una storia d'amore - corteggiamenti e separazioni, confessioni e segreti, guerra e pace. Sposata, ha due figli, Anita e Ferrante.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi