Michigan, una donna finisce in prigione per non avere vaccinato il figlio

Una madre è stata arrestata e ha scontato sette giorni di galera per non aver provveduto alle vaccinazioni del bambino

5 Ottobre 2017 alle 13:20

Michigan, una donna finisce in prigione per non aver fatto vaccinare il figlio

Foto LaPresse

Rebecca Bredow è finita in prigione per sette giorni per essersi rifiutata di far vaccinare suo figlio. La donna e il suo ex marito avevano deciso di sottoporre il bambino di nove anni alle regolari vaccinazioni, ma la Bredow non ha mai provveduto. Così un giudice è intervenuto, una prima volta per dare ragione al padre. Ma nonostante la delibera, la donna non ha mai fatto vaccinare il bambino, quindi il il tribunale si è espresso nuovamente per condannarla a sette giorni di prigione e, al momento, le è stata tolta la custodia.

 

Nello stato del Michigan i genitori sono liberi di decidere autonomamente se sottoporre i bambini alle vaccinazioni o meno, ma il tribunale può comunque decidere di intervenire. Il vero reato di Rebecca Bredow, quindi, è stato quello di disattendere gli accordi presi con il marito e, in seconda istanza, di non avere rispettato il verdetto del giudice.  

 

La decisioni di immunizzare il figlio era stata presa alla nascita del bambino, dopo poco i due divorziarono, ottenendo la custodia congiunta. La Bedrow, dal momento della separazione, non ha mai fatto vaccinare il piccolo perché, stando alle sue dichiarazioni, non “poteva andare contro i suoi principi”.

 

Nonostante la condanna, la donna ha detto che continuerà a lottare e dalla sua parte si sono schierati anche molti avvocati ed esponenti delle associazioni anti vacciniste. Il presidente dell’associazione non-profit National Vaccine Informational Center, Barbara Loe Fisher, ha detto in un’intervista alla Bbc che non è la prima volta che un genitore finisce in carcere per non aver fatto vaccinare i bambini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi