cerca

Ecco l’effetto che fa il vuoto di potere dell’Ue

Poca (nessuna?) leadership, compromessi pericolosi. E occhio ancora a Tsipras

15 Dicembre 2016 alle 20:51

consiglio europeo

Juncker e Hollande oggi al Consiglio europeo (foto LaPresse)

Bruxelles. Lo spettacolo al Vertice dei capi di stato e di governo dell’Unione europea giovedì è stato quello di un enorme vuoto di potere, in cui nessuno più è in grado di fornire leadership. A gennaio arriverà una nuova Amministrazione americana che potrebbe cambiare radicalmente il mondo e l’ordine post Guerra fredda, ma i leader europei non hanno voluto affrontare una discussione su come relazionarsi con Donald Trump. Vladimir Putin prosegue la sua campagna di propaganda e cyberattacchi per destabilizzare l’occidente...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Carretta

Corrispondente a Bruxelles per Radio Radicale. Da nove anni copre le istituzioni europee e altri eventi internazionali e cura una rassegna della stampa internazionale. Dal 2004 collabora regolarmente con il Foglio, scrivendo di Europa, Nato, relazioni transatlantiche, politica francese e Belgio. E' stato militante radicale, assistente al Parlamento europeo e tesoriere di Non c'è Pace senza Giustizia. Dopo un decennio a contatto con le istituzioni europee, il suo euro-entusiasmo si è trasformato in euro-realismo: l'Europa è quello che è, ma se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Così anche per i radicali.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi