E’ la prima volta che un candidato alla vicepresidenza si dice “offeso” dalle parole del suo compagno di ticket (foto LaPresse)

Abbandonato anche dai suoi, adesso Trump deve giocare in difesa

Mattia Ferraresi
Il profluvio di abbandoni, smarcamenti sdegnati, spalle voltate e “disendorsement”, conseguenze del video in cui il Donald Trump di undici anni fa dice l’indicibile su una donna (e su tutte le donne), dimostra che forse nemmeno lui è completamente al di là del bene e del male. Questa volta non servirà
Di più su questi argomenti:
  • Mattia Ferraresi
  • Nato nella terra di Virgilio e cresciuto in quella di Tassoni, ora vive nel quartiere di Tony Manero. E’ il corrispondente dagli Stati Uniti. Ama, con il necessario distacco penitenziale, il Lambrusco e l’Inter. Ha scritto alcuni libri su cose americane e non, l’ultimo è “La Febbre di Trump” (Marsilio). Sposato con Monica, ha due figli, Giacomo e Agostino.