Per affermarsi sul lavoro la famiglia è meno importante, dice l’Istat

In Italia al centro della rete di relazioni industriali ci sono settori a basso contenuto di conoscenza e tecnologia e la struttura della filiera tende a marginalizzare i settori più avanzati. Uscire dal guscio è una scelta obbligata e un fattore di sviluppo

Alberto Brambilla

Email:

brambilla@ilfoglio.it

16 Maggio 2018 alle 21:00

Per affermarsi sul lavoro la famiglia è meno importante, dice l’Istat

Giorgio de Chirico - Interno metafisico con officina - Olio su tela (dettaglio)

Roma. La famiglia è senza dubbio l’istituzione sociale più facile per coltivare relazioni e cominciare a costruire una rete di rapporti. In Italia in particolare è anche sinonimo di protezione economica, un ammortizzatore naturale dalle cadute, una rete di salvataggio. Il rapporto dell’Istat sulla situazione del paese s’è occupato quest’anno di analizzare il funzionamento delle reti sociali ed economiche. Emerge appunto che la famiglia rappresenta l’insieme di persone su cui potere contare per il 78 per cento degli adulti, ovvero...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi