Quanta energia sprecata nella guerra alla plastica. Basta indirizzarla meglio

Serve una correzione nella nuova guerra avviata da Theresa May e Unione europea e riguarda la catena distributiva alimentare

Quanta energia sprecata nella guerra alla plastica. Basta indirizzarla meglio

Una campagna di Greenpeace contro la plastica (foto LaPresse)

Mossa guerra alla plastica bisogna cominciare a pensare alla pace. Perfetto l’annuncio, con cui perfino Theresa May ha avuto i suoi cinque minuti da coraggiosa lottatrice per il bene, ottimi i propositi (soprattutto l’attenzione ai mari e loro abitanti). Ma poi in guerra bisogna avere degli obiettivi, e la distruzione totale del nemico non è tra quelli sensati né strategicamente fondati e neppure moralmente accettabili. Anche perché sarebbe una guerra di aggressione, contro un non-nemico inerme, tranquillo e dotato di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi