cerca

Lo schianto dell'aereo della GermanWings, Draghi e il NYT su Facebook. Di che cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo

24 Marzo 2015 alle 19:39

Lo schianto dell'aereo della GermanWings, Draghi e il NYT su Facebook. Di che cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


“Chiedere centinaia di milioni a #Apple come fa la Procura di Milano è fumo. Solo accordi Ue-Usa possono dirimere nodi fiscali e societari dei giganti internet…”

Oscar Giannino


 

 

Che schianto

 

#Germanwings/1. I sette punti oscuri dell’aereo precipitato stamattina sulle alpi francesi con 150 persone a bordo. Il modello di aereo che si è schiantato, l’Airbus320, in 27 anni ha trasportato 6 miliardi di persone nel mondo. Può ospitare 150-180 passeggeri e ne decolla uno ogni 2 secondi. Non era mai successo prima d’ora, nel vecchio continente, che precipitasse un volo low cost.

#Germanwings/2. Dall’Ucraina a Tenerife, le peggiori tragedie aeree in Europa; il numero di persone morte in voli commerciali a partire dal 1942; e gli ultimi dati che, nonostante la tragedia di oggi, confermano che volare non è mai stato così sicuro.

#Germanwings/3. Come #Lufthansa ha spostato il corto raggio sul vettore low cost: una strategia messa in discussione. E lo strano precedente di pochi mesi fa. #Airbus

 

 

Jihad quotidiana

 

Dilemma Usa. Lo Stato islamico sta raccogliendo decine di milioni di dollari al mese “rubando” gli stipendi dei funzionari governativi iracheni che lavorano nelle aree occupate da #Isis. Denaro che va ad aggiungersi al già copioso flusso di entrate clandestine e ad una capacità propagandistica su Twitter e i social (un’analisi americana dice che il grosso è fatto da 79 persone).

Boko Haram in trappola? Alla vigilia delle elezioni, è scattata l’offensiva del governo nigeriano contro i fondamentalisti islamici. Accerchiati, i terroristi progettano nuovi attentati.

Esportare il Califfato. L’influenza crescente che lo Stato islamico esercita in Indonesia preoccupa la principale piazza finanziaria asiatica: Hong Kong.

 

 

Guerra & Pace

 

Anti terrorismo inefficace. Foreign Policy si chiede se sia possibile per gli Usa risolvere il pantano yemenita senza schierare truppe sul campo.

Dalla Ced alla Pesc. I sessant’anni della (non) difesa europea.

La morte del fondatore Lee Kuan Yew. Quando #Israele aiutò segretamente #Singapore a formare il proprio esercito nelle ore in cui Tel Aviv nega (imbarazzata) l’accusa di aver spiato i colloqui Washington-Teheran sul nucleare.

 

 

Oggi si parla di…

 

Comprare l’Europa. Scrive Bloomberg che acquisire brand come #Pirelli potrebbe essere il cavallo di troia cinese per estendere l’influenza politica di Pechino (anche) nel vecchio continente. Per Massimo #Mucchetti, invece, una Pirelli nazionalizzata dal partito comunista cinese, ancorché con un Tronchetti Provera in grado di scegliersi il successore, rappresenta una svolta epocale. Che trae origine dal progressivo indebolimento del capitalismo italiano.

Editto alla pechinese. Sempre in Cina la televisione di stato in questi giorni è scossa da arresti e censure. Ufficialmente si tratta di una campagna anti corruzione ma la vera posta in palio è il controllo sui media.

Fuga da Atene. #Grecia, nuova fuga dalle banche: sono 90 i miliardi in depositi usciti dall'avvio della crisi e mai rientrati mentre George #Soros ammonisce: “Rischio populismo anche per colpa delle scelte della #Bce. E la Ue aiuti l’Ucraina…)”.

Le conseguenze economiche di Madame Le Pen. Reindustrializzazione, protezionismo, uscita dall'Euro: il programma del Front National difficilmente porterà benessere e perché, paragonando la situazione francese con quella del centrodestra italiano, #Sarkozy direbbe no ad un’alleanza con #Salvini.

La moneta non dorme mai. Gli effetti collaterali del Quantitative easing all’europea: il magico mondo (perfetto) di Super Mario #Draghi.

 

 

Italy in a day

 

(ex) Lider Massimo. Le tante colpe di D’Alema nella crisi della sinistra italiana.

Poletti dixit. Tre mesi di vacanza da scuola sono davvero troppi? Rispetto al resto dell’Europa in effetti siamo messi come Portogallo, Lituania, Turchia, Lettonia, Estonia e Cipro.

La città arancione dalla 90/91. Una notte sull’autobus più malfamato di #Milano, nel reportage di Vice.

Bollicine sgasate. La botte on line del #Vinitaly è da riempire: nonostante i 44,4 milioni di ettolitri di vino prodotti all’anno e un giro d’affari di 14,6 miliardi di euro, l’eCommerce del settore non decolla.

 

 

Mappa del giorno


Italiani “squalificati”? A giudicare dai dati #Eurostat e #AlmaLaurea sugli occupati nelle professioni cosiddette pregiate, sembrerebbe di sì:


 

 

Argomenti di dibattito

 

Religione digitale. Il web è la risposta ai mali del mondo? Per Andrew #Keen assolutamente no. Nel nuovo libro dell’imprenditore e scrittore angloamericano il lato oscuro della rivoluzione tech.

Il Think Tank #OpenEurope. In 12 anni il Regno Unito rischia di perdere il 2,2 per cento del Pil: se Londra si sforzasse a far funzionare l’Europa, ne guadagnerebbe di più che con la spesso vagheggiata #Brexit.

Rivisitare Mani Pulite. Padri, figli, corrotti e magistrati: è #1992LaSerie, la fiction non manichea che non divide i buoni dai cattivi.

Memento Guido #Carli. Inutile rimpiangere quell’Iri perduto. “Che sciocchezza contrapporre l’economia di mercato all’economia pianificata. Non esiste un sistema così intensamente pianificato come l’economia di mercato…”

 

 

Lo sapete che…

 

Nessuna italiana. Le cinquanta #startup europee che sono cresciute di più negli ultimi tre anni.
 
Rivoluzioni editoriali. #Facebook tratta per avere contenuti integrali da New York Times & Co. e la partita ora diventa interessante. Il Social network infatti sarà sempre più una piattaforma editoriale. In più qualche riflessione sulle mosse presenti e future del colosso californiano a livello giornalistico.

La via della seta. Nel 2014 la Cina ha aperto 350 nuovi centri commerciali: la metà del totale di quelli costruiti in tutto il mondo.

Non sappiamo più ridere? Nella classifica della felicità #Kenya batte #Italia 77 a 70. Lo dice l’ultimo rapporto #Gallup.

 

 

Ossessioni

 

Scatti sociali. I nuovi semplicissimi fotocollage di #Instagram tutti da godere e condividere.

Il veterano Ralph McGehee. “Sono stato 25 anni nella #Cia. Così ho spiegato il mio lavoro ai miei bambini...”

Libera dieta in libero stato. È tempo di smetterla di dire alle persone grasse che devono dimagrire.

 

 

Letture

 

La complicata eredità di #Jobs. Biografie, documentari, rivelazioni, polemiche. La canonizzazione di San Steve da Cupertino.

In principio fu “#Bartleby lo Scrivano”. Nascita e sviluppo del lavoro dei “colletti bianchi” nel bellissimo long read tratto dal libro “Cubed: a secret history of the marketplace” di Nikil Saval.

Nella regione di #Misiones. Edifici e monete del Terzo Reich: nella giungla argentina la città segreta dei nazisti, scoperta dagli archeologi.

La nuova arca di Noè. A #Fukushima, dopo il disastro nucleare di quattro anni fa, oggi vive un solo uomo: si chiama Naoto #Matsamura.

Generazione improbabile. “La prova del Potere” di Matteo #Renzi e di una nuova generazione alla guida di un vecchissimo paese è il nuovo libro di Giuliano da Empoli. Vent’anni dopo “Un grande futuro dietro di noi”.

 

 

Foto del giorno 


Onde (incredibilmente) inquinate a Rio de Janeiro, Brasile. Stamattina:


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi