cerca

I dati Istat e la partita sull'impeachment di Trump

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

31 Ottobre 2019 alle 18:13

I dati Istat e la partita sull'impeachment di Trump

Donald Trump (foto LaPresse)

C'è voluto poco per mettersi d'accordo e avviare il quarto gruppo automobilistico al mondo. Parlate di vari personaggi, dal discreto John Elkann al marchionnico Carlos Tavares, ma lodate anche la misura e la capacità di stare al proprio posto dell'attuale AD di Fca, Mike Manley. E poi ci sarà tanto da fare, tra ministri (italiani e francesi) che puntellano l'impiego nei rispettivi impianti nazionali e soci un po' scomodi, come i cinesi di Dongfeng in Psa. Il motore ibrido sarà il più diffuso nei prossimi tempi e tenete d'occhio la possibilità di valorizzare nuovamente il diesel dando ad esso una ripulita con la tecnologia ibrida. Il motore tutto elettrico con ricarica (plug-in) si attaglia perfettamente al trasporto leggero e al medio trasporto di merci verso le città (pensate ai mezzi per le consegne di alimentari), un settore in cui sia Fca sia Psa hanno una presenza notevole e potranno valorizzare piattaforme comuni. E guardate a tutti gli sviluppi tecnologici possibili grazie alla cooperazione di gruppo e alla ricerca di profitto nell'aftersales, che è il punto debole dell'elettrico e dovrà essere ripensato.

 

In Borsa si sono accorti che dal punto di vista finanziario sarà Psa a prendersi un carico più pesante nell'immediato.

 

  

Il pil si muovicchia, uno 0,1 in più delle attese che si trascina sul 2020, il lavoro segnala l'aumento delle persone in cerca e quindi risale il tasso di disoccupazione. Potrebbe esserci un effetto dell'obbligo alla ricerca attiva del lavoro dovuto al reddito di cittadinanza. L'inflazione sta sempre lì perché la domanda se ne sta buona buona.

 

Stefano Patuanelli sta per avviarsi in volata alla indicazione di ministro dell'anno, dopo la gestione saggia delle crisi aziendali e dopo l'avvio di un dialogo lontano dai riflettori per l'acciaio di Taranto, mentre presidia a rispettosa distanza il dialogo tra Fca e Psa, eccolo pronto a mettere il suo suggello sul più incredibile dei salvataggi aziendali, quello di Alitalia. Basta un sì alla Lufthansa e poi tanto coraggio per affrontare le proteste, ma ce la può fare.

 

La manovra pesca un po' a casaccio per raccogliere gettito. E' un modo che causa solo errori e fa rimpiangere un sano, ancorché piccolo, aumento selettivo dell'Iva (che almeno avrebbe colpito platee ampie). Con le tasse messe un po' dove capita si vanno a toccare equilibri in cui era meglio non impicciarsi, come quello delle auto aziendali, spesso contrattate al posto del salario e unica modalità di vendita che ha mosso il mercato automobilistico.

 

 

La regola dell'amico (russo) non sbaglia mai.

 

Prendere in giro, alla grande, Boris Johnson.

 

  

Comincia la gran partita (tutta politica) sull'impeachment a Donald Trump.

 

 

E i booooh si rinnovano.

 

 

Cile e Venezuela, proteste simili a occhio ma diversissime.

 

 

Amazon, secondo The Nation, non vuole socialisti a disturbare nel consiglio comunale di Seattle e spende a piene mani per toglierli di torno.

 

Altro che km 0, evviva le train des primeurs (privato)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi