cerca

La Tav secondo Salvini e il governo pro Maduro. Di cosa parlare stasera a cena

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

1 Febbraio 2019 alle 18:10

La Tav secondo Salvini e il governo pro Maduro. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Il sì ci piace e ci piace parlarne a cena. Quindi si cominci da qui.

  

Perché oggi Matteo Salvini è andato a verificare di persona che la Torino Lione è effettivamente una tratta merci e passeggeri che dovrebbe collegare l'italia ai grandi corridoi di trasporto europei. E ne ha difeso il progetto, sia con argomenti difensivi (costerebbe più smettere che continuare) sia con argomenti positivi (togliere traffico su gomma dalle strade è un bene). Non c'è ancora l'argomento vero, quello, appunto, della partecipazione alla costruzione delle grandi reti europee. Ma Salvini la parole Europa in termini costruttivi proprio non riesce a dirla. E quindi divergenze evidenti nel governo, coi 5 stelle a sostenere che il tunnel non esiste e il progetto fa schifo, e il Pd innervosito, giustamente, dalle passerelle salviniane. Nel filmato comunque potete vedere quello che a tutti gli effetti sembra un tunnel.

   

Eccolo lì, noi ottimisti spiazzati, e il prof. avv. che se ne va in tv, nientemeno che su RaiDue, a dire che il 2019 sarà bellissimo e che vivremo una ripresa incredibile. A parte l'aggettivazione da quattordicenne nelle parole del noto giurista sembra di cogliere come una smentita del quadro economico preoccupante,  illustrato appena ieri e perfino rafforzato oggi da centri studi autorevoli come quello confindustriale. Ma forse l'illustre patrocinatore, aspirante ago della bilancia (come Lorenzo il Magnifico) della politica italiana, si è spinto sulla via dell'ottimismo per compensare l'aria plumbea di povertà patrie del programma cui partecipa stasera.

  

Ecco, a proposito del centro studi Confindustria la congiuntura butta ancora male, gennaio è peggio dei brutti trimestri precedenti (quelli che hanno bollinato la recessione) e gli indici sono tutti puntati giù, con una crescita prevedibile sul 2019 (anno bellissimo) poco superiore, se va bene, allo zero.

  

Chiedetevi e chiedete agli altri, ancora una volta, come ci siamo potuti ridurre così. Come sia possibile che l'Italia blocchi tutta l'Europa per difendere Maduro. Il sostegno al dittatore, affamatore, truffatore elettorale, poi, è stato discusso in Parlamento? se ne è fatto oggetto di una decisione governativa?

  

Pensa se l'avessero chiamata LoveBoat...I 5 stelle, nel loro goffo inseguimento alla trucezza, uniscono lanti-umanità al ridicolo. E guardano i documenti della nave Sea Watch invece di pensare a ciò che fa. Contestata dagli attivisti del soccorso e dell'Ong sia la puerile accusa dei 5 stelle, sia la voce, un po' più cattivella, secondo la quale sarebbe in corso un provvedimento di fermo amministrativo.

  

E la Rai del cambiamento diventa il terreno di scontro delle due componenti della maggioranza farloccona. Con Maria Giovanna Maglie messa in mezzo e un divertente tweet di Giuliano Ferrara a chiosare il tutto con un meraviglioso gesto di solidarietà

 

Non perdetevi lettera e risposta, perché a cena, se la conversazione langue, potete sempre buttarla sui rettiliani e il convivio si accende.

 

Questa è meravigliosa, fate solo un piccolo sforzo di memoria per contare tutte le sciocchezze pistarole lette sul ritrovamento di ossa in Nunziatura. La Chiesa, a questo punto, ha un alibi di ferro, essendo i fatti avvenuti prima di Cristo fuori dalla sua responsabilità penale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi