La targa dedicata a Árpád Weisz, allo stadio Dall'Ara di Bologna (foto Ansa)

Una curva ebrea nello stadio che fu del Duce

Cosa ci insegna il Dall'Ara di Bologna su memoria e spazi pubblici

Nicola Pedrazzi

All'allenatore ungherese Árpád Weisz, che conquistò due scudetti prima di morire nei campi di Auschwitz, è stata dedicata solo nel 2018 una parte dell'impianto felsineo. Riflessioni su una storia contraddittoria, da cui possiamo imparare molto