cerca

Ben detto, Topolino

Si porta molto come esempio per dare di stupido o farlocco all’avversario politico. Ma autori e lettori fedeli insorgono: non si spara sul fumetto

23 Marzo 2019 alle 06:05

Ben detto, Topolino

Un pezzo di classe dirigente, politica e intellettuale, è convinto che Topolino sia una scemenza, un fumetto per ragazzini che non hanno voglia di studiare

"Il Mef ha smentito qualsiasi simulazione, quindi hanno l’attendibilità di Topolino i numeri di cui ho letto sui giornali”, dice ai cronisti Matteo Salvini. “Inaudito attacco di Carlo Calenda a Gennaro Sangiuliano. Tra i due, a svantaggio del primo c’è qualche montagna di libri letti e scritti di differenza”, twitta Maurizio Gasparri, scatenando la replica di Carlo Calenda: “Qual è il tuo criterio per ‘montagne’? Più di 3 e siamo già in collina? Includi Topolino?”. Arriva dunque, arrembante, Massimo Cacciari,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Allegranti

David Allegranti, fiorentino, 1984. Al Foglio si occupa di politica. In redazione dal 2016. È diventato giornalista professionista al Corriere Fiorentino. Ha scritto per Vanity Fair e per Panorama. Ha lavorato in tv, a Gazebo (RaiTre) e La Gabbia (La7). Ha scritto cinque libri: Matteo Renzi, il rottamatore del Pd (2011, Vallecchi), The Boy (2014, Marsilio), Siena Brucia (2015, Laterza), Matteo Le Pen (2016, Fandango), Come si diventa leghisti (2019, Utet). Interista. Premio Ghinetti giovani 2012. Su Twitter è @davidallegranti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi