cerca

Diari alcolici

Piaga e assassinio, ma anche dono degli dèi. Dall’antica Grecia al proibizionismo e oltre: in un libro l’epopea dell’ubriachezza

13 Agosto 2018 alle 11:14

Diari alcolici

Viktor Oliva, Il bevitore di assenzio

Nella Fattoria di George Orwell gli animali si ribellano perché il signor Jones, il fattore, era un ubriacone. Nel finale, sbirciando dalla finestra vedono i maiali che bevono birra: in quell’istante si rendono conto che i suini sono diventati umani. E’ la stessa metamorfosi raccontata nell’Epopea di Gilgameš quattromila anni fa. Enkidu era un selvaggio che abitava nei boschi. Quando la sacerdotessa di Išrar gli offrì della birra, le belve capirono che si era civilizzato. In qualsiasi luogo o epoca...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Michele Magno

È nato nel 1944 in terra di Puglia (si dice così). Comunista pentito, ma non troppo. Sindacalista pentito, ma non troppo. È ancora di sinistra, ma non troppo. Lazialissimo. Non è mai stato togliattiano né berlingueriano. Ha avuto maestri diversi, ma tutti buoni (Lucio Colletti, Luciano Lama, Bruno Trentin). Ha scritto libri noiosissimi sulle trasformazioni sociali e del lavoro, sconosciuti ai più. In compenso, ha letto Marx ed è amico di Duccio Trombadori, che lo presentò a Giuliano Ferrara dieci anni fa.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi